Bitcoin e criptovalute: 12 previsioni per i prossimi 10 anni

0
49
Questo post è stato pubblicato qui
Criptovalute (Foto di Ina Fassbender/Afp via Getty Images)
Criptovalute (Foto di Ina Fassbender/Afp via Getty Images)

Dall’arrivo di nuove blockchain a quello della cripto-filantropia, con le startup del settore diventate ricche e pronte a reinvestire i loro utili in modo solidale: sono alcune delle previsioni di cosa avverrà nel 2020 nel settore delle criptovalute secondo Brian Armstrong, amministratore delegato di Coinbase, uno dei maggiori scambi di criptovalute al mondo. Armostrong ha affidato un dodecalogo al suo blog su Medium, nel quale si lancia in una serie di vaticini, compreso quello che potrebbe succedere se il bitcoin nel 2020 raggiungesse il valore monstre auspicato da alcuni esperti.

1. Entro la fine del decennio la blockchain raggiungerà circa 1 miliardo di utenti

Il termine di paragone è con i circa 50 milioni all’inizio del decennio. L’adozione avverrà sia nei mercati emergenti sia attraverso nuove criptovalute. Entro la fine del decennio, la maggior parte delle startup tecnologiche avrà una componente crittografica, proprio come la maggior parte delle startup tecnologiche oggi utilizza internet e l’apprendimento automatico. Governi e le istituzioni non faranno eccezione.

2. Emergeranno nuove blockchain

Di conseguenza proprio come la banda larga, che ha sostituito i modem 56k, ha portato a molte nuove applicazioni su internet (YouTube, Uber, ecc.), blockchain più grandi porteranno allo sviluppo di nuove applicazioni di cui oggi non abbiamo idea.

3. Anche la privacy aumenterà

Proprio come internet è stato lanciato con http, e solo successivamente ha introdotto lo standard https come predefinito su molti siti web, l’idea di una “moneta della privacy” o blockchain con funzionalità di privacy integrate domineranno il decennio. Nella maggior parte dei casi, secondo Armstrong, non ha senso trasmettere tutti i pagamenti effettuati su un libro mastro completamente trasparente.

4. Ci saranno tanti token quanti sono le aziende, i progetti open source, enti di beneficenza nel mondo

Ma solo una manciata di blockchain alimenterà l’infrastruttura sottostante di queste valute.

5. Arrivano le criptovalute non commerciali

Nel decennio appena concluso, le criptovalute hanno prestato il fianco alla speculazione e il trading ha guidato la maggior parte dell’attività del settore. Questa tendenza continuerà a manifestarsi nel 2020, ma nasceranno nuove aziende che vorranno usare le criptovalute per scopi non commerciali.

6. Startup crittografiche

Proprio come la mania delle dotcom ha dato il via all’idea di startup su internet, entro la fine del 2020 quasi tutte le startup tecnologiche avranno avranno un legame con le criptovalute. Queste startup crittografiche coglieranno la sfida di tutte le altre startup: creare qualcosa che la gente desidera.

7. Più criptovalute nei mercati emergenti

Ma anche in paesi con alti tassi di inflazione e grandi mercati delle rimesse come il Venezuela. Nel nuovo decennio, centinaia di milioni di utenti potrebbero adottare le criptovalute in tutto il mondo.

8. L’arrivo delle banche

Abbiamo già iniziato a vedere piccole istituzioni entrare nello spazio delle criptovalute. In futuro potrebbe esserci l’ingresso nel settore di istituzioni finanziarie sempre più grandi e la maggior parte dei fondi manterrà una parte delle proprie attività in criptovalute.

9. Un dollaro digitalizzato

L’idea è di inseguire la Cina, usando la blockchain. E anche il Fondo monetario internazionale potrebbe farci un pensierino.

10. Le criptovalute assomiglieranno di più al mondo finanziario tradizionale

Anche in termini normativi: la maturazione è nelle cose.

11. Il decentramento crescerà

Mentre gli exchange si adegueranno sempre più al modello tradizionale di servizi finanziari, vedremo emergere molte nuove applicazioni, dai giochi, alle comunità online, ai mondi virtuali con le loro economie basate sulle criptovalute. Man mano che la criptoeconomia decentralizzata crescerà, sempre più persone si guadagneranno da vivere in criptovaluta e si sentiranno rafforzate.

12. La cripto-filantropia

I miei amici Olaf Carlson-Wee e Balaji Srinivasan stimano che a un prezzo di 200.000 dollari per bitcoin, più della metà dei miliardari del mondo proverrà dal mondo della criptovalute”, scrive Armstrong: “Sia che voi pensiate che questa sia una cosa buona o cattiva, ci saranno più persone pro-tecnologia con accesso a grandi quantità di capitale nel decennio appena iniziato. Presumibilmente, questo aumenterà la quantità di investimenti in scienza e tecnologia, e penso che vedremo più criptovalute trasformarsi in filantropia”.

Per concludere l’ad di Coinbase lancia una sfida: “Vedremo quante di queste previsioni si rivelano vere. Spostando la criptovaluta principalmente dal trading e dalla speculazione all’utilità del mondo reale, gli anni 20 vedranno un enorme aumento del numero di persone che deterranno e useranno le criptovalute e inizieranno a muovere davvero i fili della libertà economica globale”.

The post Bitcoin e criptovalute: 12 previsioni per i prossimi 10 anni appeared first on Wired.