Coronavirus, Di Maio: “L’Italia è un Paese affidabile. Puniremo chi specula su gel e mascherine”

0
95
Questo post è stato pubblicato qui

Il Ministro della Salute Roberto Speranza e il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio hanno tenuto questa mattina una conferenza stampa alla Stampa Estera insieme a Walter Ricciardi, consulente del ministero della Salute, per fare il punto della situazione sul coronavirus COVID-19 in Italia.

Di Maio ha voluto ridimensionare la situazione, sottolineando come su 7.104 comuni appena 10 o poco più sono coinvolti dall’emergenza:

Se guardiano alla mappa possiamo dirci finalmente quale è l’unità di grandezza e l’entità del fenomeno. La crisi in Italia è molto limitata, i casi di contagio sono riconducibili ai due focolai e non ce ne sono di nuovi. L’italia ha fatto 10mila tamponi, non possiamo essere essere colpevoli di essere uno dei Paesi che ha fatto più controlli, come ha detto l’Oms.

L’invito del Ministro degli Esteri alla Stampa Estera è molto chiaro: attenersi ai bollettini ufficiali senza creare allarmismo là dove non c’è.

Abbiamo optato per la trasparenza, necessaria per la credibilità che consente all’Italia di essere un paese affidabile. Abbiamo una buona notizia. Tutti i pazienti allo Spallanzani sono guariti. Ci sono tante notizie errate che si stanno susseguendo in questi giorni e che stanno danneggiando la nostra immagine. Invito tutti i Paesi del mondo ad attenersi ai bollettini ufficiali della Protezione Civile. Ci sono altri bollettini che danno notizia di contagi falsi che andranno a danneggiare il nostro turismo e il made in Italy. In Piemonte c’è un caso eppure paesi stranieri hanno messo in atto disposizioni contro i cittadini di quella regioni. Altri paesi sconsigliano viaggi in Piemonte dove, ripeto, c’è solo in caso.

Di Maio ha annunciato anche che il governo prenderà dei provvedimenti contro chi sta speculando su questa emergenza, a cominciare dall’aumento di prezzi di gel disinfettanti e mascherine:

Non possiamo essere colpevoli di essere il paese che ha fatto più controlli. Nei prossimi giorni informeremo direttamente tutti i governi stranieri. Ma voi dovete diffondere le notizie vere e smentire quelle false. Condanniamo tutte le speculazioni in particolare economiche che qualche sciacallo sta facendo su disinfettante e mascherine.

Gli ha fatto eco il ministro Speranza, che si è detto orgoglioso del sistema sanitario italiano:

L’Italia è un grande Paese e siamo orgogliosi del nostro sistema sanitario. Ringrazio medici, infermieri e professionisti sanitari. Stiamo seguendo la vicenda con grande attenzione e c’è un coordinamento molto forte con gli altri paesi europei e con le istituzioni sanitarie. Il nostro messaggio è molto semplice. Stiamo facendo il maggior numero di controlli e stiamo seguendo con la massima attenzione l’evoluzione della vicenda. Nessun paese da solo può affrontare questa emergenza. I virus non conoscono i confini. Continueremo a lavorare con serietà, rigore e trasparenza.

Walter Ricciardi, intervenuto in conferenza stampa, ha voluto sottolineare ancora una volta che l’Italia non è un focolaio:

L’Italia non è focolaio, il virus sta circolando in tutto il mondo. Non sappiamo immaginare quello che accadrà in altri Paesi. Noi sicuramente abbiamo preso misure molto rigorose. Le prossime due settimane saranno molto importanti per capire l’evolversi della situazione.

Conferenza alla sede della Stampa Estera per illustrare i dati reali del Paese. Priorità: difendere la nostra economia.

Buongiorno a tutti.

Ieri tutti i pazienti ricoverati all’Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani sono guarirti dal coronavirus.

Oggi insieme al ministro della Salute Roberto Speranza, al direttore scientifico dello Spallanzani Giuseppe Ippolito e alla direttrice Marta Branca illustreremo alla stampa estera i dati reali del Paese. Priorità: difendere la nostra economia.

Collegatevi!

Posted by Luigi Di Maio on Thursday, February 27, 2020

PROSEGUI LA LETTURA

Coronavirus, Di Maio: “L’Italia è un Paese affidabile. Puniremo chi specula su gel e mascherine” é stato pubblicato su Polisblog.it alle 10:32 di Thursday 27 February 2020