La bici elettrica con il cambio automatico

0
200
Questo post è stato pubblicato qui
La Revonte One

Le ebike stanno incontrando molto consenso nel pubblico. Sempre più sofisticate dal punto di vista tecnologico, le biciclette a pedalata assistita contribuiscono anche alla promozione di attività fisica, quindi, visto il loro successo, le case investono in ricerca e sviluppo.

Non è difficile trovare startup che vogliono innovare un settore che, tutto sommato, è ancora piuttosto giovane. Tra di esse, una di quelle più interessanti, è sicuramente la finlandese Revonte che, guardando al futuro, ha progettato una ebike con un nuovo sistema di azionamento compatto che integra un motore, una trasmissione automatica a variazione continua e un insieme di componenti elettronici in un’unica unità gestita da un software di controllo.

Un’immagine della compatta unità elettrica della Revonte

La tecnologia della Revonte guarda al futuro della mobilità su quattro ruote dove le trasmissioni elettriche saranno sempre più compatte e semplici (come per esempio la futura generazione dell’eDrive, l’unità elettrica della Bmw, che includerà in un unico involucro motore elettrico, trasmissione ed elettronica).

Come funziona quindi? La One ha una trasmissione diretta, detta stepless, senza cambio e marce, dove il motore passa in modo diretto in una serie di ingranaggi planetari (del tutto simili a quelli presenti su una Toyota Prius); un motore elettrico immette la coppia e un altro controlla la velocità in uscita. È poi presente una classica catena che collega la pedivella (l’elemento metallico di forma allungata che collega il movimento centrale ai pedali) alla ruota posteriore. Il design della trasmissione, pulito e minimal, si sposa perfettamente con quello della ebike, che ricorda da molto vicino le biciclette a scatto fisso.

Decisamente interessanti le specifiche tecniche: la Revonte One ha una potenza nominale del motore di 250 Watt e produce 90 Nm di coppia; il picco di potenza può raggiungere un valore di 1500 Watt.

La Revonte One non è innovativa solo nella trasmissione, ma anche nel software di gestione e nella dotazione tecnologica (oltre all’applicazione bluetooth è presente un gps integrato). La finlandese Revonte si considera principalmente una società di software, quindi ha sviluppato questo aspetto in modo piuttosto approfondito con API (aperte e sicure) e diversi moduli di tipo plug-in che i produttori di ebike possono scegliere di aggiungere e personalizzare. Per esempio è possibile aggiungere all’applicazione per smartphone le funzioni “trova la mia bicicletta”, “avvertimi se la bicicletta è in movimento”, o, semplicemente, “blocca le ruote”.

Revonte prevede di avere le sue biciclette in strada già quest’anno e di aumentare notevolmente il giro d’affari nel 2021. Attualmente la compagnia può contare su un patrimonio di circa 2 milioni di dollari raccolti da investitori privati.

The post La bici elettrica con il cambio automatico appeared first on Wired.