Istat, femminicidi: 80% delle vittime conosceva il killer, nel 54% dei casi partner o ex

0
144
Questo post è stato pubblicato qui

Otto su dieci conoscevano il proprio assassino: il partner o un ex marito, compagno, fidanzato o aspirante tale. Parliamo delle donne vittime di femminicidio in Italia, espungendo i dati dal rapporto Istat sugli omicidi perpetrati nel 2018 nel nostro Paese.

Se l’80% delle donne uccise conosceva il killer, nel 54,9% dei casi si è trattato del partner attuale o dall’ex, un dato in aumento rispetto al 2017. Nel 2018, 63 donne sono state uccise dal partner (il 47,4%), 10 (il 7,5%) dall’ex e altre 33 (il 24,8%) da un parente. Soltanto nel 12,5% dei casi l’assassino è sconosciuto mentre nel 6,8% dei delitti l’autore non è stato identificato.

Mariti ed ex mariti si sono trasformati in killer nel 71,2% dei casi, percentuale in salita sul 2017 quando era stato registrato il dato minimo, pari al 51,9% (dal 63,2% del 2013, il 66,7% del 2014, il 77,1% del 2015 e il 69,3% del 2016).

Ecco perché, sottolinea l’Istat, sui femminicidi non possono incidere le politiche nel settore della sicurezza e della lotta alla criminalità organizzata che invece hanno fatto registrare una diminuzione degli omicidi degli uomini.

Il 37,7% di essi è stato ucciso da uno sconosciuto, il 33% da un autore identificato e il 29,2% da conoscenti, dato in aumento rispetto al 24,8% del 2017 e imputabile agli omicidi commessi da parenti.

PROSEGUI LA LETTURA

Istat, femminicidi: 80% delle vittime conosceva il killer, nel 54% dei casi partner o ex é stato pubblicato su Cronacaeattualita.blogosfere.it alle 15:53 di Thursday 05 March 2020