Coronavirus e videogame: Pokémon Go non ti fa uscire, Nba 2k20 va in crash

0
88
Questo post è stato pubblicato qui
coronavirus videogiochi
(Foto: Niantic)

L’ormai pandemia del coronavirus Covid-19 ha ripercussioni in ogni sfaccettatura della vita quotidiana e in ogni settore, compreso quello dei videogame. E così giungono alle cronache due storie significative, con protagonisti da un lato Pokemon Go e dall’altro Nba 2k20, per due motivi differenti seppur legati dall’emergenza globale che il mondo sta affrontando.

Non si può che iniziare con Pokemon Go. Il titolo mobile per Android e iPhone fenomeno del 2016 è ancora regolarmente giocato da milioni di persone in tutto il mondo, ma basa il proprio game play in realtà aumentata proprio sullo stare all’aria aperta oltre che sulla cooperazione con altri giocatori. Qualcosa che col coronavirus deve essere categoricamente evitato. Da qui la decisione di modificare temporaneamente alcuni capisaldi per permettere ai tanti appassionati di poter continuare a fruire del gioco senza muoversi dalla propria abitazione e uscire in strada.

Come riportato dagli sviluppatori di Niantic a Polygon, aumenteranno in modo sensibile gli spawn di creature anche piuttosto rare a casa e con grande frequenza, senza dover percorrere troppi metri dal momento in cui si avvia il gioco. In più,elementi come gli incensi che attirano i Pokemon dureranno fino a un’ora e saranno scontati del 99 per cento sullo store online. E gli incubatori? Dimezzeranno la distanza necessaria per il dischiudersi delle uova. È stato inoltre posticipato il Community Day dedicato a Abra e aumentati i regali ricevuti con l’interazione (a distanza) con gli altri giocatori, che peraltro ora si possono anche sfidare nelle leghe.

Per quanto riguarda il simulatore di basket Nba 2k20, una sezione del gioco chiamata La mia lega permette di intraprendere una carriera da manager miscelando risultati e statistiche reali del campionato americano. Che però ora è stato sospeso, col risultato che quando si prova a aprire la sezione il gioco va in crash non trovando dati che si aspettava. Qualcosa che potrebbe coinvolgere anche gli altri giochi con funzioni simili a partire dai simulatori calcistici.

The post Coronavirus e videogame: Pokémon Go non ti fa uscire, Nba 2k20 va in crash appeared first on Wired.