8 app per liberarti dallo stress

0
71
Questo post è stato pubblicato qui
Foto: Pixabay

Secondo Daniel Goleman, psicologo e autore del best seller Intelligenza Emotiva, “Non è un pericolo, ma piuttosto la minaccia di un pericolo a innescare più spesso la risposta di stress”. Insomma lo stress siamo noi o, meglio, lo stress alberga dentro di noi. Questo significa soprattutto una cosa: che anche la soluzione in parte è dentro di noi. Se lo stress è grande, a tirarla fuori sarà per forza di cose uno psicologo. Ma nel caso di stress quotidiano, di portata minore, basta ricorrere a buone pratiche di salute come per esempio la meditazione. Ed è qui che smartphone può aiutarci. La gestione dello stress ha infatti spinto diversi sviluppatori a collaborare con scienziati per realizzare app antistress. Ne abbiamo scelte 8, utili anche per superare l’ansia da coronavirus che ci affligge da almeno 100 gorni.

Mindicine (gratis per iPhone e Android)
Musica per le nostre orecchie? Più che altro musica per le nostre onde. “Esistono cinque tipi principali di onde cerebrali: Alpha, Beta, Gamma, Delta e Theta”, si legge sul sito di Mindicine, app che si propone di aiutarci con le note. Secondo gli sviluppatori stimolando il nostro cervello a queste diverse frequenze, possiamo superare lo stress, l’ansia e la mancanza di creatività. “pensatelo come un massaggio per il vostro cervello”.

Happify (freemium per iPhone e Android)
Secondo i creatori di Happify, il gioco può fare la sua parte nel ridurre lo stress, insegnandoci abitudini sane. Quando si accede all’app, ci vengono poste una serie di domande che servono a determinare il percorso giusto per noi, tipo vincere pensieri negativi o affrontare lo stress. In base alle risposte, l’app ci assegna dei quiz e un obiettivo finale, che dovremo perseguire giorno dopo giorno attraverso una serie di facili azioni quotidiane.

La Mindfulness App (freemium per iPhone e Android)
È una delle più efficaci app per scoprire la mindfulness: dopo aver ottenuto successo nel Nord Europa è arrivata in Italia con la supervisione di Centro Mindfulness. Offre diversi tipi di meditazione adatte ai diversi momenti della giornata e al tempo che abbiamo disposizione. Bastano 5 minuti e non richiede sforzi: solo seguire le facili indicazioni della voce guida (in italiano).

Headspace (freemium per iPhone e Android)
Ammettiamolo: iniziare a meditare non è facile. Sappiamo che fa bene ma siamo sempre a corto di tempo o non sappiamo da dove cominciare. Detto, fatto, Headspace offre la soluzione: l’app include piccole sessioni di mindfulness quotidiane, per riportarci coi piedi per terra, nonché mini esercizi di meditazione per un rapido ripristino mentale. Il corso base è gratuito e prevede anche una guida per aiutarci a essere consapevoli in tutto, dal mangiare (mindful eating) alle interazioni sociali. Del resto non è vero che grandi cambiamenti iniziano proprio dalla consapevolezza?

Calm (freemium per iPhone e Android)
Calm è considerata una delle app migliori della sua categoria: offre sprazzi di relax per ogni possibile scenario. Ci sono meditazioni per camminare, per l’ansia acuta, per aiutarci a dormire e per concentrarsi. Tutto passa attraverso una voce rilassante (in inglese) ma anche tanti suoni utili allo scopo, tra cui un brano di Sam Smith pensato per conciliare il sonno. Last but not least, ci sono anche alcune favole della buona notte recitate da attori noti come Mattew McConaughey.

Brain.FM (freemium per iPhone e Android)
Un’app sviluppata con la collaborazione di neuroscienziati. Lo scopo? Farsi largo tra le nostre sinapsi a ritmo di musica. Ce n’è per tutti i gusti e i bisogni: musica per concentrarsi, per meditare, per dormire o semplicemente per rilassarsi. A generare quella giusta per il nostro “mood” provvede un algoritmo che promette di condurci allo stato di grazia in soli 15 minuti. Provare per credere.

Worry Watch (3 euro per iPhone)
Per usare Worry Watch, basta seguire cinque semplici passaggi: registrare, riflettere, ragionare, realizzare e confutare. L’app ci aiuta a tenere traccia del nostro stato mentale nel tempo chiedendoci prima di annotare la causa dello stress, e successivamente di riflettere sulla preoccupazione e notare se cambia qualcosa. Sulla base delle risposte, genera grafici e statistiche che poi dovrebbero aiutarci ad analizzare i nostri schemi di pensiero, che secondo molti psicologi sono la reale causa del nostro stress quotidiano.

Pause (2,30 euro per iPhone e Android)
Idea quanto meno originale, ma interessante: per liberare la nostra mente dalle scariche di stress dobbiamo tenere il dito sullo schermo dello smartphone, seguendo una macchia di colore e spostandola lentamente. Questa, mentre si muove si allarga fino a riempire lo schermo: l’effetto è ipnotico e, va da sé, rilassante. Non ci libera dallo stress definitivamente ma un aiutino ce lo dà.

The post 8 app per liberarti dallo stress appeared first on Wired.