Trump sta provando a bloccare l’uscita di due libri “compromettenti” che parlano di lui

0
43
Questo post è stato pubblicato qui
(foto: SAUL LOEB/AFP via Getty Images)

Mancano poche settimane all’uscita di due libri che promettono di creare più di un problema al presidente Donald Trump. La nipote Mary Trump pubblicherà il 28 luglio una biografia familiare edita da Simon & Schuster dal titolo Too much and never enough nella quale – secondo la sinossi – verranno descritta con “particolari drammatici e piccanti” i Trump, in particolare il rapporto di Donald con il fratello maggiore Fred (scomparso ancora giovane nei primi anni ’80). Le vere rivelazioni del libro sono però quelle legate alle dichiarazioni fiscali fraudolente di Fred Trump Sr, magnate dell’immobiliare e padre del presidente, nonché primo artefice della sua fortuna. Mary, infatti, sarebbe la fonte del New York Times per l’inchiesta sulle magagne fiscali di Donald che è valsa alla testata il premio Pulitzer.

A una scadenza molto più ravvicinata, il 23 giugno, invece sarà disponibile il libro di un personaggio già molto discusso in relazione a Trump: John Bolton, ex consigliere per la sicurezza nazionale. The Room where it happened: a White House memoir, sempre edito da Simon & Schuster, racconterà del suo anno alla Casa Bianca, affrontando temi di politica estera spinosi come Nord Corea, Iran, Afghanistan e Ucraina. Quest’ultima vicenda, in particolare, è costata a Trump un processo di impeachment da cui è uscito assolto. Il presidente, con il proprio staff di avvocati, sta valutando tutte le misure legali necessarie per impedire l’uscita dei libri che teme possano danneggiare la sua immagine dal punto di vista personale e politico.

Le azioni legali

“Secondo la mia esperienza, se mi chiedete quale libro preoccupa più Trump direi decisamente quello di Mary”, ha spiegato al Daily Beast Sam Nunberg, ex consigliere politico del presidente. “Perché riguarda la famiglia e lo considera una sorta di tradimento personale”.  Tra le misure prese in considerazione dal presidente c’è quella di impedire l’uscita della biografia di sua nipote, minacciando azioni che potrebbero portare a un ordine restrittivo alla pubblicazione fino a un sequestro degli eventuali guadagni. Fonti vicine alla Casa Bianca hanno spiegato al giornale che Trump vorrebbe rivalersi attraverso un accordo di non divulgazione firmato da Mary nel 2001, in cui la donna prometteva di non rivelare nulla di riguardante il patrimonio immobiliare del patriarca Fred Sr. e del rapporto dell’attuale presidente con il fratello Fred Jr, Robert e sua sorella Maryanne.

Più complessa è, invece, la faccenda riguardante le memorie di Bolton, che contengono anche informazioni delicate riguardanti materie di sicurezza nazionale. Soprattutto in relazione alla questione ucraina, l’ex consigliere non ha avuto mai modo di dare la sua versione dei fatti perché la sua richiesta di audizione è stata bloccata con un voto contrario dei repubblicani vicini al presidente, sia al Congresso che in Senato. Visti gli argomenti del libro, lo scritto avrebbe dovuto passare la revisione dell’amministrazione e del Dipartimento di Giustizia volta a verificare che non vengano divulgate informazioni sensibili o pericolose.

In effetti, come riporta il New York Times, una revisione c’è stata e Bolton ha modificato alcuni parti del libro, ma la Casa Bianca ha preso tempo e non ha mai confermato all’ex consigliere di aver completato il processo di revisione. Il Dipartimento di Giustizia e Trump hanno accusato Bolton di voler far trapelare informazioni segrete, senza approvazione, commettendo quindi un crimine federale. I legali dell’ex consigliere, invece, hanno spiegato che l’amministrazione sta abusando del proprio potere per impedire che il libro venga pubblicato. Intanto l’editore Simon & Schuster ha già stampato la prima edizione e le prevendite su Amazon, in pochi giorni, sono schizzate alle stelle.

Ora Trump sta valutando come muoversi. Anche in questo caso le misure prese in considerazione sono le stesse del libro di Mary: impedire l’uscita, o almeno rimandarla di qualche mese, e provare ad avere un risarcimento con i proventi ricavati dalla vendita del libro.

The post Trump sta provando a bloccare l’uscita di due libri “compromettenti” che parlano di lui appeared first on Wired.