Il presidente Trump si è messo a ritwittare suprematisti bianchi

0
91
Questo post è stato pubblicato qui
(foto: Drew Angerer/Getty Images)

“Grazie alla fantastica gente del The Villages”. Sono queste le parole che Donald Trump ha twittato condividendo un video in cui, tra le urla di incitamento di un gruppo di suoi sostenitori, si sente distintamente qualcuno urlare “White power”, uno slogan appannaggio dei suprematisti bianchi. Il tweet è rimasto online per qualche ora fino a quando il presidente, dopo le polemiche, lo ha cancellato.

Il video è stato girato a The Villages, una cittadina della Florida dove vivono molti pensionati e dove Trump era stato in visita poche ore prima. Le immagini mostrano alcuni manifestanti anti-Trump criticare i supporter del presidente. Uno di questi, in risposta, agitando un pugno in aria ha scandito più volte lo slogan razzista. Un dettaglio impossibile da non notare, ma il vice segretario della stampa della Casa Bianca Judd Deere ha spiegato che il presidente “non aveva visto tutto il video e l’unica cosa che aveva notato era l’enorme entusiasmo dei suoi molti sostenitori”.

Le reazioni

Non è la prima volta che l’ex tycoon condivide con i suoi quasi 83 milioni di follower tweet con evidenti sottotesti razzisti o incitanti alla violenza. Però, in questo caso è stato costretto in prima persona a fare dietrofront e a cancellare il post, senza tuttavia nessun commento pubblico sull’accaduto.

Tra i primi a criticare il presidente c’è stato il senatore della Carolina del Sud Tim Scott – unico repubblicano al Senato a essere afroamericano – che ha commentato il tweet descrivendo il video come “offensivo” e chiedendone la sua eliminazione. “Non c’è dubbio che non avrebbe dovuto ritwittarlo, e dovrebbe semplicemente eliminarlo. Penso sia assolutamente indifendibile”, ha affermato poco dopo in un programma della Cnn.

Anche l’ex vicepresidente e futuro candidato alla presidenza, Joe Biden, ha commentato il post del presidente: “Siamo nel mezzo di una battaglia per scegliere l’anima di questo paese e il presidente Trump ha scelto da che parte stare”. Inoltre, il Partito democratico della Florida ha accusato Trump di appoggiare i suprematisti bianchi, invitando i cittadini a non votarlo alle elezioni di novembre

https://twitter.com/JoeBiden/status/1277398878526963712?s=20
.

Il tweet del presidente è arrivato insieme alle dichiarazione del suo vice Mike Pence sul movimento Black Lives Matter. Durante il programma Cbs Face the Nation, ha spiegato che Black Lives Matter ha un programma politici vicino alla sinistra radicale che consiste solo nel voler tagliare fondi alla polizia e deturpare monumenti.

The post Il presidente Trump si è messo a ritwittare suprematisti bianchi appeared first on Wired.