L’India blocca TikTok e altre 58 app cinesi per questioni di privacy

0
38
Questo post è stato pubblicato qui
TikTok non è più disponibile sul territorio indiano a seguito di un divieto del governo (Photographer: Shiho Fukada/Bloomberg via Getty Images)

Gli attriti tra India e Cina hanno colpito il mondo delle app. Il ministero indiano dell’Elettronica e dell’informatica ha vietato l’uso e rimosso dagli store 59 applicazioni di origine cinese tra cui TikTok e WeChat.

Il blocco delle applicazioni sembra essere collegato agli scontri avvenuti qualche giorno fa tra l’esercito cinese e quello indiano in prossimità del confine conteso sulla catena dell’Himalaya anche se, secondo il comunicato emesso dal governo indiano, TikTok e le altre applicazioni cinesi, “alla luce delle informazioni disponibili sono impegnate in attività che pregiudicano la sovranità e l’integrità dell’India, la difesa dell’India, la sicurezza dello stato e l’ordine pubblico”.

Ecco le 59 applicazioni bloccate dal governo indiano (fonte: ufficio informazioni stampa del governo indiano)

Le motivazioni ufficiali sono riconducibili a una sospetta condivisione dei dati degli utenti indiani con il governo di Pechino cosa che Nikhil Gandhi, capo di TikTok India, ha immediatamente smentito con un tweet.

La decisione del governo indiano è sicuramente un duro colpo per TikTok, visto che l’India rappresenta un enorme mercato per la piattaforma. Circa il 30% dei 2 miliardi di utenti che hanno scaricato TikTok provengono proprio dal subcontinente. Il blocco di TikTok costerà alla piattaforma di proprietà di ByteDance circa 600 milioni di utenti.

Ma non è la prima volta che l’India arriva ai ferri corti con TikTok. Qualche mese fa, a causa dei contenuti espliciti presenti sulla piattaforma, del “degrado culturale” trasmesso con i video caricati dagli utenti e per via della dipendenza che i più giovani sviluppavano per TikTok, alcuni utenti indiani sono riusciti a mobilitare milioni di utenti sparsi nel mondo invitandoli a dare 1 stella di valutazione a TikTok sugli app-store.

In questo modo l’indice di gradimento della piattaforma è sceso su Play Store da 4,6 stelle a 1,2. Successivamente Google ha rimosso oltre 2 milioni di voti facendo recuperare terreno alla app. Anche per WeChat, applicazione di messaggistica istantanea della società Tencent che in Cina è un contenitore di moltissimi servizi online, il blocco in India è un brutto colpo, data la sua diffusione.

 

 

The post L’India blocca TikTok e altre 58 app cinesi per questioni di privacy appeared first on Wired.