Lo stabilizzatore tascabile che non ha bisogno di batteria

0
36
Questo post è stato pubblicato qui

Per assicurarsi foto e (soprattutto) video di ottimo livello con uno smartphone occorre uno stabilizzatore, che però richiede anche una spesa di un certo livello. Una alternativa a basso costo e buona efficacia potrebbe essere GravGrip, stabilizzatore tascabile che agevola le riprese con telefoni e action-cam. A cinque anni dall’intuizione e tre dal primo prototipo, il designer americano Kevin Thomas l’ha lanciato in crowdfunding raccogliendo quasi 600.000 euro. Cifra enorme considerando che lo strumento è proposto a circa 30 euro, con inclusi i cavi per l’aggancio a smartphone e action-cam, perché lo strumento non è stato concepito per vere fotocamere, di maggiori dimensioni e peso.

Privo di batteria, impermeabile (ok usarlo sotto la pioggia ma non sott’acqua) e realizzato in acciaio, alluminio e nylon, GravGrip pesa 107 grammi, favorisce registrazioni fluide tramite panning, consente rotazioni a 360 gradi per catturare angolazioni basse e alte altrimenti impossibili da immortalare ed è più comodo e conveniente da trasportare rispetto a un gimbal a tre assi. Chi sia interessato può trovarlo e prenotarlo qui, con consegne in programma dal prossimo agosto.

The post Lo stabilizzatore tascabile che non ha bisogno di batteria appeared first on Wired.