Mascherine super filtranti contro virus e batteri: il prototipo dall’Università di Bologna

0
65
Questo post è stato pubblicato qui

Una buona notizia, in un periodo di stress globale non indifferente, arriva dalla nostra bella Italia, in realtà anche brava e di grande iniziativa, visto che in periodo di Covid-19 la ricerca medica e scientifica non si è mai fermata. Dall’Università di Bologna, grazie ad una collaborazione con Marchesini Group, potrebbe presto giungere fino a noi un nuovo materiale super filtrante, in grado di diventare la base di mascherine protettive ad alta efficienza.

Il laboratorio di ingegneria industriale dell’ateneo bolognese ha accolto già al suo interno il macchinario che produrrà questo tessuto in nanofibre polimeriche ad elevata carica elettrostatica. Si tratta di un materiale innovativo capace di offrire una protezione da virus e batteri di gran lunga superiore rispetto a quelli già impiegati per i dispositivi ad oggi in commercio.

Gli agenti patogeni vengono quindi maggiormente bloccati, riducendo drasticamente il rischio di contagio fra persona e persona. Il macchinario è stato progettato e sviluppato in tempi record, circa due mesi in tutto e già nel giro di poche settimane potrebbe essere avviato per una produzione massiva di questo nuovo materiale.

Il secondo passo sarà utilizzare il tessuto per un lotto di prototipi di mascherine FFP3, che verranno prodotte dall’azienda GVS, già leader nell’ambito dei dispositivi di protezione individuali. A breve quindi potrebbe essere già possibile testare le capacità filtranti di questi innovativi prodotti.

E se tutto andrà come previsto, sperando che le nuove ondate di Coronavirus preventivate non si presentino con il ritorno della stagione fredda, le mascherine potrebbero essere presto disponibili anche sul mercato al dettaglio. Sempre bene avere scudi ed elmi a disposizione, anche se poi non si va in battaglia.

Via | Ansa

Foto | iStock

PROSEGUI LA LETTURA

Mascherine super filtranti contro virus e batteri: il prototipo dall’Università di Bologna é stato pubblicato su Scienzaesalute.blogosfere.it alle 18:18 di Tuesday 30 June 2020