Santa Sofia trasformata in moschea, Salvini: “Siamo vicini alla sofferenza del Santo Padre”

0
64
Questo post è stato pubblicato qui

La decisione della Turchia di Erdogan di trasformare il museo di Santa Sofia a Istanbul in una moschea, decisione che secondo diversi osservatori è più politica che strettamente religiosa, non piace per niente a Matteo Salvini che per questo era oggi in prima fila a Milano al presidio organizzato della Lega sotto la sede del consolato turco.

Secondo Salvini: “Non è possibile che i patrimoni storici e culturali prima ancora che religiosi della cristianità nel mondo vengano trasformati in moschee. Non è possibile che il fanatismo islamico cancelli secoli di storia, di diritti, di libertà e conquista. E quindi non è possibile che il regime turco possa permettersi di trasformare le chiese in moschee senza che nessuno apra bocca. Siamo vicini alla sofferenza del Santo Padre“.

Il leader del Carroccio, oggi in veste di campione della cristianità, ha aggiunto: “Speriamo che la comunità internazionale reagisca e che l’Unione europea, che sta riempiendo il regime turco di miliardi, reagisca. Anche perché hanno detto che è solo il primo passo. A furia di chinare il capo, tra un po’ ci troviamo una moschea al posto del Duomo”.

Alla manifestazione erano presenti una cinquantina di persone secondo le agenzie stampa. Contro la decisione di Recep Tayyip Erdogan, che ha cambiato lo status dell’ex sede del Patriarcato di Costantinopoli (già cattedrale greco cattolica, ortodossa e cattolica di rito romano) riaprendola al culto islamico, si è scagliato anche il presidente della Russia Vladimir Putin che in un colloquio con l’omologo turco “ha richiamato l’attenzione di Erdogan sulla significativa” reazione dell’opinione pubblica russa, fa sapere il Cremlino.

“Respingiamo con forza le affermazioni su Santa Sofia” che arrivano dall’estero, giudicate “un’interferenza rispetto alla sovranità della Turchia” la secca replica del ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu.

PROSEGUI LA LETTURA

Santa Sofia trasformata in moschea, Salvini: “Siamo vicini alla sofferenza del Santo Padre” é stato pubblicato su Polisblog.it alle 18:13 di Monday 13 July 2020