Genova, inaugurato il nuovo Ponte San Giorgio: letti i nomi delle vittime

0
69
Questo post è stato pubblicato qui

A due anni dalla tragedia del Ponte Morandi, in cui persero la vita 43 persone, entra in funzione il nuovo viadotto di Genova San Giorgio. Alla cerimonia di inaugurazione hanno preso parte il capo dello Stato, Sergio Mattarella, che prima aveva incontrato i familiari delle vittime in Prefettura. Gli stessi avevano prima rifiutato l’invito alla cerimonia poiché considerata troppo “festosa”. Dopo l’intervento del Presidente della Repubblica, che ha chiesto una cosa più sobria, i familiari delle vittime hanno accettato di presenziare ad un incontro privato con Mattarella.

La cerimonia di presentazione ha avuto il suo momento clou proprio con la lettura dei nomi dei 43 morti alla presenza delle più alte cariche dello Stato. Il viadotto “è il simbolo della rinascita del Paese”, ha affermato la presidente del Senato, Maria Elisabetta Casellati. Il presidente della Repubblica ha invece chiesto “un’azione rigorosa di accertamento delle responsabilità”. Il taglio del nastro è stato effettuato dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, affiancato dal presidente della Regione Giovanni Toti e il sindaco di Genova Marco Bucci.

“Genova ha costruito un modello di successo, Genova e questo cantiere lanciano un messaggio di fiducia e di speranza per il futuro. Signor Presidente, abbiamo fatto di Genova un modello per l’Italia, noi vogliamo che l’Italia diventi un modello”, ha sottolineato il primo cittadino. Gli fa eco il governatore della Liguria: “Mai più i nostri concittadini devono morire perché un ponte si sbriciola – argomenta – Non deve accadere mai più perché ne va della tenuta delle istituzioni del nostro Paese”. Genova, secondo Toti, “è di nuovo riunita”, “merito della collaborazione e della voglia di risorgere”.


PROSEGUI LA LETTURA

Genova, inaugurato il nuovo Ponte San Giorgio: letti i nomi delle vittime é stato pubblicato su Polisblog.it alle 17:59 di Monday 03 August 2020