Nitrato d’ammonio, i rischi per la salute

0
116
Questo post è stato pubblicato qui

Quali sono i rischi del nitrato d’ammonio, se la sostanza viene accidentalmente inalata? I pericoli per la salute umana del composto chimico che solitamente viene usato come fertilizzante, ma che è anche un esplosivo, sono davvero molti. La sostanza rimane stabile a temperatura ambiente. Ma in caso di incendio può diventare instabile e creare rezioni davvero molto potenti. Con esplosioni che spingono in aria sostante potenzialmente tossiche.

Carlo della Volpe, esperto dell’università di Trento, sul blog della Società Chimica Italiana spiega che uno degli effetti delle esplosioni di nitrato di ammonio riguarda la produzione di ossidi di azoto gassosi che sono letali se vengono inalati. E possono anche provocare ustioni e lesioni oculari, da lievi a gravi. Purtroppo queste sostanze rimangono nell’aria per molto tempo se gli agenti atmosferici non le disperdono, rendendo l’aria più respirabile.

L’esplosione del nitrato di ammonio può venire innescata dall’esplosione di un altro esplosivo oppure dall’azione di un catalizzatore mescolato alla massa di materiale o infine da un incendio sostenuto da materiale combustibile mescolato ad esso. Beirut e il Libano sono in una situazione sociale e politica difficile come altri Paesi del Medio Oriente e questo certamente può avere fornito il contesto dell’esplosione, ma ricordiamo che esplosioni poderose di questo medesimo tipo si sono verificate negli ultimi decenni anche negli impianti di produzione come in Texas nel 2013 o a Tolosa nel 2001, a pochi giorni dall’11 settembre, o nel porto di Tianjin nel 2015.

Il rischio maggiore per la salute del nitrato d’ammonio nella forma solida è una grave irritazione a gli occhi. Il problema sorge quando la sostanza diventa instabile, ad esempio in seguito a un incendio che ne può innescare esplosioni pericolosissime, anche a lungo termine.

Via | Ansa

Foto di Engin Akyurt da Pixabay

Nitrato d’ammonio, i rischi per la salute pubblicato su Benessereblog.it 07 agosto 2020 09:26.