Fiere, crociere e sport: ecco cosa cambia col nuovo DPCM

0
82
Questo post è stato pubblicato qui

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il nuovo DPCM che proroga fino al 7 settembre prossimo le misure precauzionali minime per contrastare e contenere la diffusione del COVID-19 sul territorio italiano.

Non ci sono novità, quindi, sul fronte delle misure essenziali – obbligo di indossare le mascherine nei luoghi chiusi, distanziamento sociale di un metro, divieto di assembramento e lavaggio delle mani – e per i Paesi verso i quali resta confermato il divieto di ingresso:

Armenia, Bahrein, Bangladesh, Bosnia Erzegovina, Brasile, Cile, Kuwait, Macedonia del nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica dominicana, Kosovo, Montenegro e Serbia.

Qualcosa, però, cambia in meglio. A partire dal 1° settembre, infatti, si potrà tornare ad assistere, anche se con importanti limitazioni, ad eventi sportivi di minore entità “che non superino il numero massimo di 1000 spettatori per gli stadi all’aperto e di 200 spettatori per impianti sportivi al chiuso“.

Per gli eventi sportivi che, invece, superino il numero massimo di 1000 spettatori per gli stadi all’aperto e di 200 spettatori per impianti sportivi al chiuso, “il presidente della Regione o Provincia autonoma può sottoporre specifico protocollo di sicurezza alla validazione preventiva del Comitato tecnico-scientifico ai fini dello svolgimento dell’evento“.

Niente da fare, invece, per le partite di calcio di vertice, che resteranno a porte chiuse in tutto il Paese. Lo sport di contatto resta consentito “nelle Regioni e Province Autonome che abbiano preventivamente accertato la compatibilità delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica nei rispettivi territori e che individuino i protocolli o le linee guida idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi“.

Si potrà tornare anche in crociera, a patto che il comandante, prima della partenza della nave, presenti all’autorità marittima “una specifica dichiarazione da cui si evincano: l’avvenuta predisposizione di tutte le misure necessarie al rispetto delle linee guida; i successivi porti di scalo ed il porto di fine crociera, con le relative date di arrivo/partenza; la nazionalità e la provenienza dei passeggeri imbarcati“.

Potete consultare il testo integrale del nuovo DPCM a questo indirizzo.

PROSEGUI LA LETTURA

Fiere, crociere e sport: ecco cosa cambia col nuovo DPCM é stato pubblicato su Polisblog.it alle 13:19 di Saturday 08 August 2020