Le videocamere di sicurezza low cost da acquistare all’ultimo minuto

0
76
Questo post è stato pubblicato qui

Probabilmente non sono un comprovato deterrente, ma le videocamere di sicurezza sono diventate accessori semplici da installare e sempre più competitivi. Quando siamo lontani da casa basta anche sono un’occhiata veloce alle nostre cose per stare più tranquilli. Queste cam consentono anche un monitoraggio più scrupoloso e preciso, grazie ad algoritmi e sensori di movimento infatti possono allertarci in tempo reale.

Abbiamo provato 4 soluzioni a buon mercato che non richiedono particolari competenze tecniche e abilità nell’installazione: il kit D-Link DCS-2802KT, la Blink XT2 di Amazon, il Ring Video Doorbell e la super economica Tapo C200 di TP-Link. Scopriamone pregi e difetti.

D-Link DCS-2802KT


D-Link DCS-2802KT

Dei prodotti che abbiamo provato il kit di D-Link rappresenta la soluzione più avanzata e completa per gestire la videosorveglianza remota della nostra abitazione. Nella confezione si trovano infatti ben due camere totalmente wireless e un hub di collegamento che supporta fino a 4 videocamere. Le batterie delle cam, ricaricabili, assicurano un’autonomia elevata da 4 a 6 mesi a seconda dell’utilizzo.

Le telecamere, compatte e semplicissime da installare perché vanno a batteria, offrono una risoluzione Full HD con un angolo di visione di 140 gradi e uno zoom digitale 4X. Altro aspetto tutt’altro che secondario è la possibilità di posizionare le camere anche in esterno essendo certificate IP65, dunque resistenti alla pioggia. Molto buona anche la sorveglianza in notturna e l’audio a 2 vie che consente di parlare ed ascoltare quello che sta avvenendo nell’area vigilata.

La soluzione D-Link DCS-2802KT ha un altro vantaggio piuttosto interessante, ovvero la registrazione su cloud inclusa per un anno che consente di archiviare video illimitati fino a 14 giorni. Ma se siete attenti alla privacy e preferite altre soluzioni è possibile anche registrare su schede SD, hard disk esterni. C’è persino integrata nell’hub una sirena da 100 decibel, udibile in modo piuttosto importante.

Il giudizio finale è dunque molto buono, perché il kit di D-link va proprio incontro alle esigenze degli utenti fai-da-te che vogliono qualcosa di semplice, veloce e flessibile da installare (non bisogna fare neppure un buco nella parete) e avere tutto sotto controllo con una app ricca di opzioni, forse un po’ troppe. Interessante è anche il prezzo di 345 euro, ora in offerta su Amazon, una spesa assolutamente abbordabile e soldi ben spesi.

Voto: 8,5
Wired: soluzione completa, totalmente wireless, anche da esterni, con allarme inclusa
Tired: applicazione un po’ complessa, batterie non removibili

Ring Video Doorbell


Ring Video Doorbell
Sono recentemente usciti anche delle versioni più recenti ma questo modello fa bene il suo mestiere e ha ora un costo davvero molto competitivo. Il suo funzionamento è semplice, si tratta infatti di un videocitofono senza fili accessibile anche da remoto. In questo periodo dove potremmo non essere a casa sapere chi ci sta cercando e perché rappresenta un valore aggiunto non banale.

Il prodotto di Ring è equipaggiato con una videocamera hd 1080 con un sistema audio bidirezionale, questo significa che è possibile non solo ascoltare a anche parlare con la persona che ha suonato al campanello. Tecnicamente non è un dispositivo pensato per la sicurezza, almeno non in modo specifico, ma ovviamente permette un monitoraggio dell’aria esterna della propria abitazione supportando anche la rilevazione del movimento e la visione notturna.

L’installazione è facile richiede un minimo di perizia perché è necessario collegare i cavi elettrici che alimentano il citofono tradizionale, ma questo assicura un funzionamento costante e senza interruzioni. Una volta agganciato alla parete e avvitato con i supporti contenuti nella confezione la configurazione è facile, basta seguire i passi indicati nella applicazione e collegare il Ring Doorbell al wifi di casa.

Voto: 7
Wired: audio a 2 vie, visione notturna, rilevamento del movimento
Tired: richiede collegamento elettrico, la registrazione video prevede un costo di abbonamento

Amazon Blink XT2


Amazon Blink XT2
Piccola, compatta e totalmente wireless
non solo perché si collega alla rete con il wifi ma anche perché utilizza delle batterie per l’alimentazione. Proprio questo aspetto è uno dei suoi punti di forza, le batterie infatti sono due normalissime AA che nel caso di modelli molto efficienti al litio garantiscono un’autonomia di due anni di utilizzo, almeno questa è la stima di Amazon. Di sicuro con un utilizzo anche piuttosto intenso rimangono attive per oltre un anno.

L’installazione dunque è semplicissima anche se l’attacco alla parete non usa un aggancio con la vite standard e non c’è il comodo supporto magnetico. Come per gli altri modelli anche la Blink XT2 supporta sia l’audio bidirezionale, sia il rilevamento dei movimenti, la visualizzazione live e il monitoraggio notturno. La qualità video è piuttosto buona anche se il full hd a colori passa a hd in bianco e nero dopo il crepuscolo.

Ovviamente è compatibile con Alexa ma soprattutto con il servizio cloud di Amazon che è incluso nel costo della Blink XT2. Questo vuole dire che la registrazione remota è gratuita entro un limite di spazio che si può gestire facilmente cancellando in automatico le clip più vecchie. Questo però vuol dire anche che non è possibile effettuare registrazioni off-line con una scheda. Bene invece il fatto che la camera sia resistente alla pioggia e che sia accompagnata da una applicazione ben fatta e intuitiva. Anche il costo è un plus: 119 euro.

Voto: 8
Wired: completamente wireless, batteria standard a lunga durata, rilevamento di movimento personalizzabile
Tired: registra solo sul cloud, qualità video migliorabile

TP-Link Tapo C200


TP-Link Tapo C200
Non è wireless, deve essere alimentata con il cavo elettrico ma un costo davvero molto interessante rispetto alle funzioni di cui dispone. La Tapo C200 infatti non solo ha dimensioni piuttosto contenute, un design grazioso e una buona solidità costruttiva, ma consente anche un monitoraggio attivo comprendo un’ampia superficie visiva.

La camera di TP-Link dispone infatti della funzione pan/tilt ovvero può essere ruotata orizzontalmente di 360 gradi e verticalmente di 114 gradi, agganciato quindi sul soffitto a testa in giù può fornire la visione di un’intera stanza. Il movimento però non è automatico e costante, viene comandato a distanza dall’utente usando l’applicazione.

La configurazione wi-fi è semplice e l’app risulta intuitiva e tradotta in un italiano corretto, ma forse il limite maggiore della Tapo C200 è il fatto che la registrazione avviene sono tramite scheda SD interna fino a 128 GB. Sono però supportati le funzioni standard: audio a 2 video, personalizzazione dell’aria di rilevamento, ripresa notturna. Il prezzo di solo 29,99 euro lo rende un acquisto intelligente anche perché può funzionare persino come webcam.

Voto: 7,5
Wired: economica, supporta il movimento pan/tilt
Tired: deve essere alimentata alla rete elettrica, registra solo su scheda SD

The post Le videocamere di sicurezza low cost da acquistare all’ultimo minuto appeared first on Wired.