Noah Cooks, il baby-chef su Instagram che piace ai “colleghi” stellati

0
50
Questo post è stato pubblicato qui
Noah, quattro anni (foto: Noah Cooks)

Noah sfiletta il tonno, prepara il risotto, ama i calamari ripieni. Ma non è (ancora) uno chef. Perché Noah ha quattro anni e, tramite la cucina e Instagram, scopre il mondo a modo suo. Il baby-cuoco è il protagonista di Noah Cooks, profilo aperto per gioco dai suoi genitori all’inizio del 2019 e diventato, soprattutto durante il lockdown, una finestra aperta sulle altre culture e gli altri sapori. Nei post e nelle storie Noah prepara ricette, scopre ingredienti al mercato, parla con gli chef famosi. I suoi non sono tutorial per insegnare a qualcuno come si cucina, ma piuttosto esperimenti di scoperta tramite il cibo.

“Come tutti i bambini amava guardarci cucinare. Gli abbiamo comprato giochi a tema, ma non gli piaceva fare finta, racconta a Wired il papà, Federico Bastiani. “Quindi, lo abbiamo coinvolto ai fornelli e si è appassionato. Gli abbiamo proposto attività sempre più complesse, in crescendo”. Secondo i suoi genitori attraverso gli esperimenti da chef Noah ha sviluppato capacità che vanno oltre il mescolare e l’affettare. “Per esempio la matematica: imparando a usare la bilancia, ha scoperto i decimali e le centinaia”, continua Federico Bastiani.

Usare pelapatate e matterello lo avrebbe aiutato a prendere confidenza la scrittura, mentre l’incontro con un’archeologa del museo civico archeologico di Bologna ha permesso a Noah (e ai suoi follower) di scoprire che cosa mangiavano gli etruschi. Una lezione di storia, in pratica, che passa attraverso il cibo.

Tramite Instagram il bambino (che frequenta la scuola Montessori e a ottobre compie cinque anni) scopre anche culture diverse dalla sua. Nei mesi di lockdown il piccolo chef e i suoi genitori hanno lanciato Noah asks the chef: hanno contattato famosi chef stellati in mezzo mondo e hanno chiesto loro di suggerire a Noah una ricetta da preparare con quello che aveva in casa. E loro (da David Higgs in Sud Africa a Michele Casadei Massari a New York) hanno risposto divertiti.

“Ovviamente Noah da grande vorrebbe fare lo chef. Si diverte molto in cucina, ma conosce anche la parte faticosa del lavoro, perché quando prepariamo le ricette segue ogni passaggio e ha imparato che possono volerci tante ore”, conclude papà Federico. “Ama soprattutto preparare e mangiare pesce e riso. Ma assaggia qualunque cosa cucini”. Come tutti i bimbi, anche Noah adora i fast food e il loro cibo. “Però ha imparato a fare i nuggets di pollo a casa e ora gli piacciono più di quelli di McDonald’s!”.

The post Noah Cooks, il baby-chef su Instagram che piace ai “colleghi” stellati appeared first on Wired.