Zingaretti gongola: “Pd primo partito d’Italia”. Ora diventerà vicepremier?

0
27
Questo post è stato pubblicato qui

Ore molto impegnative per Nicola Zingaretti queste che seguono il risultato delle elezioni del 20 e 21 settembre 2020. Il segretario del PD ieri ha sentito telefonicamente tutti i candidati alla presidenza delle regioni, sia i vincitori, sia gli sconfitti, ha anche avuto una “affettuosa” telefonata con il Premier Giuseppe Conte e poi ha festeggiato insieme ai big del partito.

Zingaretti non usa mezzi termini e sottolinea che “il Pd è il primo partito d’Italia”. Questo potrebbe costringere Conte a rivedere gli equilibri all’interno del governo, anche se il segretario del PD sostiene di non volere un rimpasto, ma solo di voler procedere con le riforme e in particolare i primi obiettivi sono la cancellazione dei decreti sicurezza di Matteo Salvini e il sì al Mes.

Da parte di Zingaretti solo una piccola battuta sul MoVimento 5 Stelle: “Se ci avessero ascoltato…”. Poche parole che fanno intendere che, secondo Zingaretti, se i pentastellati si fossero alleati con il PD il risultato sarebbe stato migliore, in particolare nelle Marche, unica regione che il centrodestra ha soffiato al centrosinistra.

Zingaretti ha detto che ora la priorità è spendere bene i soldi dei fondi europei e sia lui sia diversi ministri hanno sottolineato come il responso delle urne non faccia che rafforzare il governo giallorosso. Anche il vicesegretario Andrea Orlando ha detto: “Né rimpasto né altro, ma un punto per ripartire, un accelerazione”.

E proprio Orlando è stato l’unico a fare una battuta sui deludenti risultati di Italia Viva, il partito fondato da Matteo Renzi una volta fuoriuscito dal PD. L’ex guardasigilli ha detto: “Il riformismo non è il 2-3%”.

The post Zingaretti gongola: “Pd primo partito d’Italia”. Ora diventerà vicepremier? appeared first on Blogo.it.