Un riassunto per prepararsi alla seconda stagione di Doom Patrol

0
39
Questo post è stato pubblicato qui

Se i supereroi sono la vostra passione, Doom Patrol è la serie pronta a sfidare ogni canone tradizionale per proporre storie assurde e al limite del psichedelico. Tratta dai fumetti Dc Comics e introdotta già nella serie parallela Titans, questa produzione ha debuttato nel 2019 mettendo in campo una serie di antieroi umanissimi, ognuno vittima della propria fragilità e del proprio tragico destino; nonostante i traumi personali, tuttavia, tentano in ogni modo di salvare il mondo, quello stesso mondo che non li accetta, dalla distruzione, dovendo però affrontare un’assurdità dietro l’altra. Mentre negli Stati Uniti è già stato ordinato un terzo ciclo di episodi, la seconda stagione arriva da noi su Amazon Prime Video a partire dal 28 settembre. Ecco un riassunto degli episodi già diffusi per orientarsi in questo caleidoscopio di bizzarrie supereroistiche:

1. I protagonisti

Doom Patrol ruota attorno a una serie di personaggio che potremmo benissimo definire freak, i quali sono ospitati nel Doom Manor dal dottor Niles Caulder, detto il Capo (Timothy Dalton), il quale li ha in qualche modo tutti salvati e ospitati. Fra di loro c’è Cliff Steele o Robotman (Brendan Fraser), un dissoluto pilota Nascar il cui cervello è stato espiantato e ricollocato in un robot gigante dopo un terribile incidente; Rita Farr nota anche come Elastigirl (April Bowly), una star dei film degli anni Cinquanta esposta a tossine radioattive che hanno sciolto la struttura molecolare del suo corpo; Larry Trainor alias Negative Man (Matt Bomer), ex pilota di caccia che dopo un disastro aereo rimane sfigurato ma abitato da uno spirito radioattivo; e Crazy Jane (Diane Guerrero), una ragazza che ha sviluppato 64 differenti identità parallele, ricavando da ognuna delle quali delle facoltà diverse. Ognuno di loro continua a rivivere gli eventi traumatici del passato, senza riuscire ad accettare pienamente la loro condizione attuale e sentendosi costantemente tagliati fuori dal mondo. Ad aiutarli a un certo punto arriva anche Victor Stone alias Cyborg (Joivan Wade), un ragazzo con innesti cibernetici, vecchia conoscenza del Capo.

2. Mr Nobody

Dopo anni di convivenza nella casa del Capo, il gruppo approfitta della sua assenza per visitare la cittadina più vicina, causando però inavvertitamente un disastro che attira l’attenzione di Mr Nobody (Alan Tudyk), un supervillain capace di viaggiare attraverso le dimensioni e di alterare la realtà (nonché di rompere la quarta parete parlando direttamente col pubblico). Mr Nobody scatena un vortice dimensionale che risucchia il Capo, nel frattempo ritornato, e Jane. Dopo aver viaggiato inutilmente in quella dimensione attraverso la bocca di un mulo e venir torturati psicologicamente, i protagonisti vengono riportati alla realtà dallo spirito negativo di Negative Man. Su consiglio di Cyborg decidono allora di viaggiare in Paraguay, dove nel 1948 un folle scienziato nazista aveva trasformato il criminale Eric Morden in quello che è ora Mr Nobody. Fallito anche questo tentativo, il gruppo viene a sapere dal detective dell’occulto Willoughby Kipling che una setta denominata Culto del Libro Non Scritto vuole evocare il Decreatore, un’entità interdimensionale intenzionata a distruggere l’universo.

3. Il Decreatore

Il Culto riesce a mettere le mani su Elliot, un diciottenne tatuato che è la chiave per evocare il Decreatore, che si manifesta come un grande occhio nel cielo. A questo punto Mr Nobody libera il Capo e gli chiede di aiutarlo per fermare l’entità ormai scatenata nel cielo: viaggiano allora nel 1977 dove fondano il Culto del Libro Riscritto in un tentativo di fare da contraltare ai nemici. Nel frattempo Kipling e gli altri scovano un cane che è la controparte di Elliot e viene usato per evocare il Ricreatore, il quale inverte la distruzione innescata dal Decreatore. Quando quasi tutto sembra tornato alla normalità, Mr Nobody invita Jane e gli altri ad andare in cerca della Doom Patrol, che scoprono essere un primo team di eroi guidato in passato dal Capo ma finiti per impazzire dopo la sconfitta subita dallo stesso Mr Nobody. Questo instilla parecchi dubbi nel gruppo: Rita ha una crisi d’identità, Jane non riesce a domare le sue personalità, Larry continua a rivivere la storia d’amore col suo amato ormai perduto e Cliff scopre che sua figlia (creduta morta in un incidente stradale) è ancora viva.

4. Lo Spazio bianco

Tornati più o meno in loro stessi, i membri del gruppo devono affrontare svariate peripezie, che includono un topo in cerca di vendetta che si chiama ammiraglio Whiskers, oppure Danny, un pezzo di strada genderqueer che si può teletrasportare ovunque a piacimento ed è perseguitato dall’Ufficio della normalità. Nel frattempo bisogna anche affrontare le personalità di Jane, la quale decide di rimanere catatonica finché non si sarà imposta definitivamente sulle altre identità, impresa nella quale viene aiutata da Cliff. A questo punto però è Cyborg a essere in difficoltà: non riuscendo più a controllare il suo sistema operativo chiamato Grid, viene catturato dall’Ufficio della normalità; suo padre Silas organizza un piano per salvarlo con l’aiuto dei suoi amici, ma Cyborg a un certo punto lo prende a botte, istigato da Mr Nobody che stava da tempo manipolando Grid. Tutti tornano alla Doom Manson per curare Silas e portano con loro Flex Mentallo, icona dei cereali da colazione in grado però di modificare la realtà grazie ai suoi riflessi muscolari. Si scopre che il Capo è prigioniero in una dimensione chiamata lo Spazio bianco e i protagonisti vi vengono trasportati grazie ai poteri dello stesso Flex.

5. La rivelazione

Nello Spazio bianco tutti rivivono le proprie tragedie in un loop infinito e, anche quando pensano di aver disintegrato Mr Nobody ed essere diventati finalmente la nuova Doom Patrol, continuano a morire in continuazione e a risvegliarsi, ancora intrappolati in un’illusione senza fine. A questo punto Mr Nobody costringe il Capo a rivelare la verità: è stato lui stesso, infatti, a causare ogni singolo incidente che ha reso i componenti della Doom Patrol quello che sono, solo per trovare un modo per proteggere la figlia, Dorothy Sinner, bambina dotata di capacità straordinarie. I membri si disperdono delusi e arrabbiati ma sono costretti a riunirsi quando Mr Nobody rapisce Danny la Strada: finiti dentro a un dipinto, devono affrontare Whiskers e Ezechiele, un enorme scarafaggio parlante portatore dell’apocalisse; Larry riesce con un’esplosione a liberare tutti, soprattutto i suoi compagni e Dorothy che si erano rifugiati all’interno dell’addome di Ezechiele. Una volta estratti dall’insetto, però, tutti tranne Larry si ritrovano a essere di dimensioni microscopiche.

The post Un riassunto per prepararsi alla seconda stagione di Doom Patrol appeared first on Wired.