È tornata l’ora solare

0
73
Questo post è stato pubblicato qui
orologio
(foto: Pixabay)

Nella notte tra sabato 24 e domenica 25 ottobre le lancette dell’orologio sono tornate indietro di 60 minuti, precisamente dalle ore 03 alle ore 02 di notte. Si è passati così nuovamente dall’ora legale a quella solare, guadagnando un’ora di sonno in più al mattino e un’ora di luce in meno al pomeriggio. Adesso, l’ora solare rimarrà in vigore fino all’ultimo fine settimana di marzo del prossimo anno, ossia fino alla notte fra sabato 27 e domenica 28 marzo 2021.

A cosa serve il cambio d’ora?

Introdotto in Unione europea nel 1966, il cambio tra ora solare e ora legale (e viceversa) è un sistema che permette di sfruttare al meglio le ore di luce a disposizione e ridurre i consumi energetici con il loro impatto ambientale. I dati di Terna (l’azienda gestora della rete di trasmissione italiana dell’energia elettrica) parlano infatti di oltre 400 milioni di kilowattora (kWh) di elettricità consumati in meno nei 7 mesi scorsi di ora legale, e quindi di un risparmio di oltre 66 milioni di euro per le famiglie italiane. Un consumo non solo più economico ma anche più sostenibile, dato che sono state risparmiate anche 205mila tonnellate di CO2 immesse nell’atmosfera.

Tuttavia, a livello internazionale da diverso tempo si sta discutendo di una possibile abolizione del cambio d’ora. Già nel 2007 un report della Commissione europea cercava di fare un punto sulle “implicazioni dell’ora legale” per gli stati membri dell’Ue, constatando che l’ora legale effettivamente contribuiva alla diminuzione del consumo di elettricità per l’illuminazione ma riscontrando anche “il maggior consumo di energia per il riscaldamento ad inizio giornata” o “il maggior consumo di carburante dovuto ad un eventuale aumento del traffico nelle sere in cui vi è più luce”.

A seguito di un sondaggio pubblico nel 2018 in cui l’idea di eliminare definitivamente il cambio d’ora aveva ottenuto l’84% dei consensi, il Parlamento europeo nel 2019 ha approvato la proposta della Commissione europea di sopprimere il sistema. Ai singoli stati membri dell’Ue è stato chiesto di scegliere quale fuso orario adottare entro il 2021, ma con la pandemia di Covid-19 in corso, ovviamente, la questione è passata molto in secondo piano e potrebbe slittare ancora a data da destinarsi.

The post È tornata l’ora solare appeared first on Wired.