Integratori per dimagrire, a cosa bisogna fare sempre attenzione

0
54
Questo post è stato pubblicato qui

Integratori per dimagrire: a cosa bisogna fare attenzione quando li acquistiamo? Al giorno d’oggi ci imbattiamo nelle pubblicità di integratori su ogni mezzo di informazione. Televisione, Instagram, Facebook e gli altri social non fanno che propagandare prodotti che – a detta di coloro che li promuovono – dovrebbero farci dimagrire senza sforzo. Lasciatemelo dire: anche se la speranza è sempre l’ultima a morire, non bisogna farsi ingannare.

Io per prima ho sempre sperato di trovare il prodotto perfetto per perdere peso senza dieta e sport, ma purtroppo non esiste, almeno non al momento. In futuro, chissà…! Esistono certamente dei prodotti in grado di favorire – unitamente a una sana alimentazione e a una buona dose di attività fisica – il tanto agognato dimagrimento, ma non pensate di poter trovare il rimedio naturale che, da solo, vi farà perdere chili e centimetri. Sarebbe bello se esistesse, ma come dicevamo, per il momento rimane solo un miraggio!

A confermarlo ci pensa un’indagine condotta dalla rivista Altroconsumo, secondo cui proprio gli influencer e le aziende che promuovono tali prodotti non forniscono tutte le informazioni. Chi, ad esempio, vede Belen Rodriguez che beve un frullato dimagrante o un tè snellente, potrebbe pensare che il fisico di quella particolare influencer sia dovuto (anche) a quel prodotto. In realtà a metterci lo zampino è Madre Natura, aiutata da tanta dieta e attività sportiva.

Evitate dunque di cadere nella trappola, e pensate sempre e in primis alla vostra salute. Sebbene siano preparati con ingredienti naturali, gli integratori alimentari possono infatti rivelarsi persino rischiosi, soprattutto se soffrite di determinate patologie di base.

Integratori per dimagrire: cosa fare prima di assumerli

Come spiega a Repubblica Raffaella Cancello, specialista in scienza dell’alimentazione dell’IRCCS Istituto Auxologico Italiano, prima di assumere questi prodotti bisognerà rivolgersi quantomeno al proprio medico:

Solo il medico di famiglia o lo specialista che conosce la nostra storia clinica e le eventuali terapie in atto, può dirci con certezza se l’integrazione è necessaria. E solo lui può prescriverci esami che evidenzino eventuali stati carenziali cui sopperire con opportuni integratori.

Per quanto riguarda i prodotti per dimagrire, l’esperta conferma che si, esistono senza dubbio dei nutraceutici che possono favorire il “calo di peso corporeo”. Ad esempio, segnala quelli che stimolano il metabolismo basale, quelli che inibiscono la sensazione di fame o che rallentano la digestione e l’assorbimento di zuccheri e così via. Tuttavia, come spesso accade, non sempre è tutto oro quel che luccica. Tali prodotti possono offrire dei benefici solo se abbinati a una buona dieta e a regolare attività fisica. In alcuni casi inoltre possono persino causare reazioni avverse anche gravi.

Per proteggere la salute dei consumatori, la Cancello ha anche segnalato quali sono i prodotti dimagranti da non assumere. Ecco quali sono quelli che possono mettere a rischio il nostro benessere:

Sostanze vegetali ad azione diuretica o lassativa, miscele ricche in iodio, in quanto non supportati da evidenze scientifiche di efficacia. Uno studio americano ha evidenziato che su 23 mila accessi al pronto soccorso per eventi avversi correlati ad assunzione di integratori alimentari, circa un quarto era relativo ad assunzione di prodotti finalizzati alla perdita di peso.

Meglio evitare, non trovate?

via | Repubblica
Foto di Ri Butov da Pixabay