I tuoi figli dormono “male”? Ecco perché non dovresti preoccupartene

0
85
Questo post è stato pubblicato qui

Avete la sensazione che i vostri figli dormono male o che non dormano abbastanza? Un nuovo studio spiega perché non dovreste preoccuparvi troppo. Tanti genitori nel mondo sono spesso seriamente preoccupati perché si rendono conto che i loro bambini non dormono per tutta la notte. Temono che i piccoli possano soffrire di un disturbo del sonno o di altri tipi di problemi, ma i membri della McGill University hanno deciso di rassicurare i genitori: se i bambini non dormono per 8 ore consecutive, in linea di massima non c’è nulla di cui aver paura.

Gli esperti spiegano che i neogenitori spesso si aspettano che il loro bambino cominci a dormire tutta la notte intorno ai sei mesi di età, ma le cose non stanno esattamente così. Monitorando un campione di 44 neonati per un periodo di due settimane, gli autori hanno infatti scoperto che i modelli di sonno variano notevolmente, non solo da bambino a bambino, ma persino da notte a notte.

Per il loro nuovo studio, pubblicato sulle pagine della rivista Sleep Medicine, gli esperti hanno chiesto alle mamme di compilare un diario del sonno dei loro figli per un periodo di due settimane. Ebbene, in media le madri hanno riferito che il loro bambino ha dormito 6 ore consecutive solo 5 notti su un totale di 14. Inoltre, i piccoli hanno dormito per otto ore consecutive solo per 3 notti durante lo stesso arco di tempo. Il 50% dei baby partecipanti, infine, non ha mai dormito per otto ore consecutive.

I figli dormono male? Gli inaspettati effetti del co-sleeping

Insomma, quando si parla di sonno e bambini, non si può mai generalizzare. I ricercatori hanno anche scoperto che pratiche genitoriali come l’allattamento al seno e il cosiddetto co-sleeping sarebbero associate a maggiori variazioni nei modelli del sonno, con una maggiore probabilità di riscontrare sonni irregolari e risvegli notturni nei bambini. Tali fenomeni non sono però da considerare automaticamente problematici.

I genitori sono spesso esposti a molte informazioni contraddittorie sul sonno dei neonati. Non dovrebbero preoccuparsi se il loro bambino non dorme tutta la notte a un’età specifica perché i modelli di sonno differiscono molto durante l’infanzia. Un pezzo importante del puzzle è comprendere le percezioni e le aspettative dei genitori riguardo al sonno del neonato. Nella ricerca futura, speriamo di esplorare cosa significa veramente per loro ‘dormire tutta la notte’.

Naturalmente, qualora i bambini dovessero mostrare malessere o disagi evidenti correlati al sonno, o se dovessero svegliarsi ben più di qualche volta durante la notte, parlate con il pediatra del problema, per identificare la causa più probabile e la migliore soluzione.

Leggi anche: Il sonnellino rende i bambini più felici

via | ScienceDaily
Foto di Zachtleven fotografie da Pixabay
Foto di Tú Nguyễn da Pixabay