Vaccini anti-Covid: le Forze Armate si occuperanno della distribuzione

0
50
Questo post è stato pubblicato qui

Il Commissario Straordinario all’emergenza Coronavirus Domenico Arcuri ha annunciato, d’accordo con il ministro della Difesa Lorenzo Guerini e con il ministro della Salute Roberto Speranza, che l’hub nazionale di stoccaggio per la campagna di vaccinazione anti-Covid 19 sarà il sito della Difesa a Pratica di Mare, nel Lazio.

Si tratta di un hub intermodale militare di grandi dimensioni, che è in una posizione strategica per la distribuzione dei vaccini ed è in grado di accogliere vettori aerei ed elicotteri, oltre a essere in una collocazione ottimale per la connettività stradale.

Le fiale di vaccino verranno dunque concentrate nell’hub di Pratica di Mare, dove sono disponibili shelter di ampie dimensioni, che permetteranno di garantire la massima efficacia per la conservazione e i massimi livelli di sicurezza per gli stock. Le Forze Armate si occuperanno poi di distribuire i vaccini dall’hub a tutto il territorio nazionale in condizione di massima sicurezza, sfruttando diversi vettori per raggiugnere i numerosi punti di somministrazione previsti dal piano di vaccinazione che il governo sta approntando.

Bollettino coronavirus: la situazione in Italia fino al 4 dicembre

In attesa dei dati del bollettino coronavirus di oggi, 5 dicembre 2020, rivediamo i dati totali fino al 4 dicembre:

  • 757.702 attualmente positivi
  • 1.688.939 casi in totale da inizio pandemia
  • 58.852 morti in totale da inizio pandemia
  • 872.385 dimessi/guariti in totale da inizio pandemia
  • 3.567 persone ricoverate in terapia intensiva
  • tasso positivi/test all’11,3%

Distribuzione per regioni degli attualmente positivi:
Lombardia: 116.702
Piemonte: 68.476
Campania: 101.856
Veneto: 72.929
Emilia-Romagna: 70.056
Lazio: 93.837
Toscana: 33.279
Sicilia: 39.350
Puglia: 42.544
Liguria: 11.027
Friuli Venezia Giulia: 15.173
Marche: 19.361
Abruzzo: 17.792
P.A. Bolzano: 11.186
Umbria: 6.423
Sardegna: 14.501
Calabria: 10.575)
P.A. Trento: 2.506
Basilicata: 6.444
Valle d’Aosta: 1.080
Molise: 2.605