Crisanti: “Sui mezzi bisogna usare la mascherina Ffp2. Sia dato un sussidio”

0
129

Il virologo Andrea Crisanti ha partecipato oggi a “Un giorno da pecora” su Rai Radio 1 e ha parlato anche di mascherine, spiegando quali funziona di più in certe circostanze come per esempio i luoghi stretti e affollati come possono essere i mezzi pubblici. Crisanti ha detto:

La mascherina chirurgica funziona, e molto bene. È chiaro che in posti estremamente affollati, in cui si sta uno appicciato all’altro, come l’autobus o i vagoni della metropolitana, forse sarebbe bene indossare la Ffp2, perché si è più a rischio.

Crisanti ha anche sottolineato che è difficile che qualcuno riesca a controllare se la capienza dei mezzi è al 60, al 75 o all’80%. Quando gli è stato fatto notare che, però, le mascherine Ffp2 costano di più di quelle chirurgiche, lui ha lanciato un’idea:

Con tutti i soldi che abbiamo speso, ma perché non facciamo un sussidio per la mascherina Ffp2″, che in alcuni contesti “andrebbe indossata?

Poi Crisanti ha detto la sua anche sulle scuole:

Le elementari non sono un problema perché i bambini da 1 a 10 anni sono 20 volte più resistenti degli adulti. Io vedo in strada un sacco di bambini di 7-8 anni che mettono la mascherina.

Ovviamente Crisanti è stato interpellato anche su uno dei temi più caldi, ossia quello degli spostamenti tra comuni nei giorni festivi del 25 e 26 dicembre e 1° gennaio:

La possibile cancellazione del divieto di spostamento tra comuni? Io sono contrario. Serve coerenza.

E, sottolineando l’importanza di limitare al massimo i contatti anche nei giorni di festa, ha aggiunto:

Il governo, al limite, ci doveva pensare prima. È fondamentale non mischiare i nuclei familiari.

Infatti proprio nell’ottica di non ritrovarsi con grandi tavolate che riuniscono più nuclei famigliari è stato inizialmente introdotto il divieto di spostarsi tra comuni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here