A Milano apre un nuovo acceleratore per le startup del fintech

0
122
Questo post è stato pubblicato qui
Il presidente di Cdp Gorno Tempini e l’ad Palermo (Foto Cdp)

Una nuova sede a Milano aperta e al servizio dell’imprenditoria lombarda, ma soprattutto un acceleratore inaugurato per sostenere le migliori startup del fintech e dell’insurtech. Cassa depositi e prestiti rinnova i suoi uffici di Milano e scommette sul digitale per sostenere la ripresa post Covid-19. “La nostra priorità è sul mondo dell’innovazione: un sostegno non solo finanziario, ma in capitale umano per un settore che diventerà snodo centrale in Europa e nel mondo”, ha sottolineato l’amministratore delegato di Cdp, Fabrizio Palermo, aprendo virtualmente le porti dell’acceleratore.

La sede milanese della Cassa, all’interno degli uffici già esistenti di Cdp in via San Marco, diventerà un punto di accesso per  supportare circa 50mila imprese e 2.000 enti pubblici presenti in Lombardia, valorizzando le sinergie con partner bancari e istituzioni locali. Gli uffici saranno anche la casa operativa dell’acceleratore, frutto di una operazione congiunta fra Cdp Venture Capital  – Fondo nazionale innovazione, Digital Magics, Startupbootcamp e Fintech District.

Come funziona l’acceleratore fintech di Cdp

L’obiettivo è sostenere lo sviluppo in Italia dell’innovazione finanziaria e assicurativa attraverso un programma di accelerazione triennale che punta a far crescere 50 startup, 16 all’anno di cui 8 in ambito fintech e 8 in ambito insurtech. Per le prime fasi di l’acceleratore conta su 1,65 milioni di euro interamente sottoscritti da Cdp Venture Capital che ha deliberato ulteriori 2 milioni di euro per successivi follow-on.

Le startup selezionate potranno contare su un finanziamento iniziale e beneficeranno di un percorso di accelerazione di 13 settimane supportato da mentor, corporate ed investitori. Alla fine di questo percorso, le migliori saranno premiate con ticket di investimento fino a 200mila euro.

“L’inaugurazione della nuova sede territoriale di Milano rafforza il rapporto storico di Cdp con il capoluogo lombardo ma è anche l’occasione per lanciare un importante strumento a supporto delle startup”, ha aggiunto il presidente di Cassa Depositi e Prestiti Giovanni Gorno Tempini. “L’acceleratore fintech è un’iniziativa per valorizzare la principale piazza finanziaria del Paese, che ci aspettiamo diventi sempre più un centro di innovazione digitale di riferimento a livello europeo, rendendola ancora più attrattiva”, ha detto

Ingresso della sede territoriale di Milano di Cdp (Foto Cdp)

Per Cdp del resto il fintech è un settore strategico, come ha dimostrato l’attivismo della Cassa nella fusione Sia-Nexi e nell’affare Euronext che ha dato il via alla nascita del più grande player europeo delle piazze borsistiche. “L’accelerazione è uno strumento fondamentale per le startup che hanno bisogno di essere supportate nel loro processo imprenditoriale in un momento in cui banche e assicurazioni stanno vivendo un periodo di grande trasformazione”, ha ricordato Enrico Resmini, amministratore di Cdp Venture Capital-Fondo nazionale innovazione.

La digitalizzazione finanziaria, come è stato rilevato, vale nel mondo 137 miliardi di euro e 58 solo in Europa. L’Italia è della partita e, come ha aggiunto Francesca Bria, presidente di Cdp Venture Capital-Fondo nazionale innovazione, “questo acceleratore potrà diventare un punto di riferimento per le startup fintech e insurtech italiane e internazionali. Non a caso a Milano, una delle capitali europee della finanza e della sostenibilità”. 

The post A Milano apre un nuovo acceleratore per le startup del fintech appeared first on Wired.