Per la lotteria degli scontrini bisognerà attendere ancora

0
39
Questo post è stato pubblicato qui
Dall'1 gennaio 2020 parte la lotteria degli scontrini in Italia Foto di Steve Buissinne da Pixabay
Dall’1 gennaio 2020 parte la lotteria degli scontrini in Italia Foto di Steve Buissinne da Pixabay

Si prospetta un nuovo rinvio per la lotteria degli scontrini. La scorsa settimana nella maggioranza si è fatta strada l’ipotesi di inserire nel cosiddetto decreto Milleproroghe, approvato il 23 dicembre, anche lo slittamento dell’avvio della misura al mese di febbraio anziché a partire dal primo gennaio. La ragione principale di questa proposta, non ancora ufficializzata, riguarda soprattutto i rallentamenti sull’adeguamento di registratori telematici di molte attività commerciali.

Secondo le stime di Confcommercio, tra le principali associazioni di categoria che si sono mobilitate per chiedere un rinvio della misura, ad oggi su soltanto la metà dei registratori di cassa installati presso le attività commerciali nel nostro paese sarebbe aggiornata con i software di lettura del codice a barre necessario per partecipare alla lotteria e con le caratteristiche richieste. Le stesse stime sono state diffuse anche da Sogei a inizio dicembre, quando era partita la possibilità di registrare sul sito i propri dati per ricevere così il codice lotteria associato al proprio codice fiscale.

Si tratta comunque di un rinvio che riguarda soltanto l’effettiva emissione dei biglietti validi, associati agli scontrini, per acquisti effettuati in negozio. Resta fissato al primo gennaio il termine per l’attivazione dei registratori telematici che servono per la documentazione fiscale delle operazioni.

In sostanza, il rinvio della lotteria degli scontrini comporta che solo a partire da febbraio gli acquisti superiori a un euro effettuati in negozio, mostrando al commerciante il proprio codice lotteria al momento del pagamento, daranno la possibilità di ricevere biglietti validi per le estrazioni. Sarà riconosciuto un biglietto per ogni euro speso e dopo il primo euro si riceverà un biglietto ogni 51 centesimi, con arrotondamento per eccesso e fino a un massimo di 1.000 biglietti virtuali per acquisto.

Proroga dei corrispettivi telematici

Nel frattempo, il 23 dicembre l’Agenzia delle entrate ha anche pubblicato un provvedimento che prevede una proroga al primo aprile dell’adozione esclusiva del nuovo tracciato telematico per l’invio dei corrispettivi giornalieri e l’adeguamento dei terminali da parte dei commercianti. In questo modo, quindi, alle attività commerciali sarà concesso più tempo per adeguare e aggiornare il proprio registratore telematico così da prepararsi definitivamente alla lotteria degli scontrini.

Infine, tra le varie proposte avanzate e inserite nella legge di bilancio 2021, che dovrà essere approvata nei prossimi giorni, c’è anche la restrizione della possibilità di partecipare alla lotteria soltanto con scontrini emessi a fronte di pagamenti cashless, ovvero non in contanti ma con carte o altri metodi di pagamento tracciabili. Inoltre, come per il cashback, anche in questo caso saranno esclusi i pagamenti online.

The post Per la lotteria degli scontrini bisognerà attendere ancora appeared first on Wired.