Come creare l’ambiente ideale per dormire bene

0
32
Questo post è stato pubblicato qui

Di trucchi ed errori da evitare per dormire bene siamo pieni, ma avete mai pensato che anche l’ambiente nel quale trascorriamo la notte possa influire sulla qualità del nostro riposo notturno? Ebbene, creare il giusto ambiente in camera da letto può favorire un sonno sereno. La necessità di promuovere le condizioni favorevoli per un buon riposo, ci porta a valutare e adeguare le caratteristiche della camera in modo che possa rivelarsi un luogo tranquillo nel quale dormire profondamente. Ma come fare? Dall’illuminazione alla temperatura, ecco alcuni consigli da seguire.

Consigli per creare l’ambiente ideale per dormire bene

Chiudere completamente le imposte. Se la luce del mattino attraversa le fessure delle finestre, tende a svegliarci anche molto prima del previsto. Interrompendo, di fatto, il meccanismo di sonno/veglia nel cervello. Se una perdita di riposo sporadica non comporta alcun disagio, svegliarsi prima del dovuto per settimane o mesi può causare una considerevole perdita di sonno. In questo caso si può anche optare per delle tende oscuranti ma, così come le serrande completamente abbassate, può sortire l’effetto contrario, ovvero prolungare il nostro riposo oltre il ragionevole.

Ad incidere su un sonno tranquillo sono anche la temperatura della camera e gli eventuali rumori. La temperatura influisce in maniera significativa sulla produzione di melatonina che, come sappiamo, è l’ormone responsabile della qualità del riposo. Se il suo livello è basso, addormentarsi diventa più difficile. La temperatura ottimale per dormire bene, è tra i 16 e i 19 gradi.

Allo stesso modo, i rumori possono non consentire un sonno di qualità svegliandoci in maniera improvvisa e decisamente poco piacevole. In tal caso si può ricorrere ai doppi vetri negli infissi o ai tappi per le orecchie. Riguardo questi ultimi, non a tutti piace essere completamente isolati dal resto del mondo per così tanto tempo, ma se ne va del proprio benessere, alle volte un’eccezione è doverosa. Esistono anche delle apposite attrezzature per il “rumore bianco” che eliminano i rumori fastidiosi.

Photo | Pixabay