David Boreanaz sostiene le ex colleghe della serie Buffy contro Joss Whedon

0
88
Questo post è stato pubblicato qui

buffy

Sono giorni molto complessi, questi, per i fan di Buffy l’ammazzavampiri: pur avendo amato per decenni la serie, considerata rivoluzionaria, le accuse rivolte di recente da Charisma Carpenter e altre attrici al creatore Joss Whedon rimettono tutto in discussione, facendo emergere un ambiente di lavoro tossico e discriminatorio, soprattutto nei confronti delle donne. Le accuse di Carpenter sono state avvalorate, in modo più o meno diretto, anche dalle dichiarazioni delle sue ex colleghe, a partire dalla stessa protagonista, Sarah Michelle Gellar. Nelle scorse ore a sostegno del cast femminile sono arrivati anche i colleghi maschi, in particolare David Boreanaz.

L’attore, divenuto poi volto di Bones e Seal Team, è stato lanciato proprio da Buffy l’ammazzavampiri, dove interpretava il vampiro redento Angel; il suo personaggio si è dimostrato talmente carismatico da meritarsi uno spin-off, Angel appunto, a cui ha partecipato la stessa Carpenter. Ed è stato proprio durante le riprese che l’attrice è rimasta incinta e ha subito le più gravi vessazioni da parte di Whedon. Boreanaz, nel weekend, ha lanciato a Carpenter un messaggio di supporto attraverso un tweet:“Sono qui per ascoltarti e sostenerti. Orgoglioso della tua forza”, ha scritto l’attore. Ulteriori parole di sostegno sono arrivate anche dai colleghi James Marsters (che in Buffy era Spike), Danny Strong, Adam Busch e Tom Lenk.

Nel frattempo la bufera su Whedon non si placa. Le accuse di Carpenter sono state ispirate dal polverone alzato dall’attore Ray Fisher, Cyborg in Justice League (il film è uscito con pesanti modifiche effettuate da Whedon, dopo l’abbandono per motivi personali del primo regista Zack Snyder, il quale ora pubblicherà la sua versione originale). Dalla metà del 2020 Fisher ha accusato Whedon di averlo maltrattato sul set e di aver assunto costantemente un atteggiamento tossico e discriminatorio; l’attore si è rivolto anche ai dirigenti di WarnerMedia per aver permesso quel comportamento. In seguito alle sue dichiarazioni è stata condotta un’indagine interna da parte di Warner, che in sostanza si era conclusa con l’allontanamento di Whedon, in particolare dalla serie Hbo The Nevers, ultimo progetto in cui era coinvolto.

Fisher è tornato a ribadire la sua posizione, ora che la bufera attorno a Buffy l’ammazzavampiri ha reso ancora più evidente un comportamento sistematico da parte del regista e sceneggiatore: “C’è una sola ragione per cui non sono stato denunciato da Joss Whedon, Toby Emmerich, Geoff Johns, Jon Berg o Walter Hamada [tutti dirigenti Warner, ndr], ha scritto l’attore in un tweet: “Sanno che sto dicendo la verità.

The post David Boreanaz sostiene le ex colleghe della serie Buffy contro Joss Whedon appeared first on Wired.