Nuovo Dpcm in arrivo: scuole chiuse in zona rossa

0
47
Questo post è stato pubblicato qui

Scuole chiuse in zona rossa, coprifuoco confermato (ma con possibilità di ridurlo in zona bianca), spostamento tra regioni vietato anche se non per necessità. Sono questi alcuni dei provvedimenti che dovrebbero essere approvati nel prossimo Dpcm, valido dal 6 marzo, con le misure anti-Covid.  In mattinata, a Palazzo Chigi si è riunita la cabina di regia con il Presidente del Consiglio e i ministri della Salute, degli Affari regionali, dell’Economia, della Scuola e dello Sviluppo economico, della Famiglia, delle Politiche agricole e della Cultura, insieme ai rappresentanti del Comitato tecnico scientifico.

Successivamente, il governo ha incontrato Regioni, Province e Comuni per discutere le nuove misure. Il nodo principale è quello della scuola: nel prossimo provvedimento dovrebbe essere prevista la didattica a distanza per tutte le classi in zona rossa, mentre si discute sulla possibilità di estendere la chiusura anche nelle zone arancioni. Indipendentemente dal colore, le scuole dovrebbero rimanere chiuse nelle zone con l’incidenza di 250 casi ogni 100mila abitanti. Al momento, la scelta è di competenza degli enti locali, che spesso hanno preso decisioni in questo senso. Quanto ai negozi, la volontà del Cts e di alcuni ministri è quella di mantenerli aperti nelle zone in cui si può andare a scuola.

Rimarrà il coprifuoco in tutte le regioni, ma solo in quelle bianche si potrà ridurre: la Sardegna, l’unica a trovarsi in questa condizione, ha infatti posticipato l’orario di inizio alle 23.30. Nel resto d’Italia, invece, rimane dalle 22 alle 5 del mattino, una misura ormai in vigore dal 6 novembre. Non c’è differenza tra “colori” quanto allo spostamento tra Regioni: non si potrà uscire se non per motivi di lavoro, salute e urgenza, e sempre muniti di autocertificazione.

Si potrà andare nelle seconde case, ma potrà spostarsi solamente il nucleo familiare (e solo se non è abitata da altri). Limiti sono imposti se la casa è in zona rossa o arancione scuro, o se chi vive in quelle zone vuole spostarsi nella seconda casa in zone di altro colore. In zona rossa non si potrà fare visita a parenti e amici, e non potranno aprire barbieri e parrucchieri. Rimangono chiuse in tutta Italia, anche in fascia bianca, palestre e piscine.