L’Unione europea non è pronta a condividere i vaccini con altri paesi, ha detto Ursula von der Leyen

0
93

L’Unione europea non distribuirà direttamente i vaccini anti Covid-19 ad altri paesi extra-europei, finché non sarà in grado di vaccinare la sua intera popolazione. Questo è quanto dichiarato dalla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen al gruppo editoriale tedesco Funke media group. Circa un anno fa la presidente aveva sostenuto la necessità della condivisione dei vaccini, soprattutto con i paesi in via di sviluppo, ma ora sostiene che la terza ondata che sta colpendo l’Europa e i ritardi nelle forniture di AstraZeneca hanno cambiato le condizioni per raggiungere questo obiettivo.

L’Europa “non è pronta” a condividere i vaccini finché non “miglioreremo la produzione nell’Unione”, ha detto von der Leyen, sottolineando che “c’è stata una certa pressione da parte degli stati membri per ottenere le proprie dosi”. Tuttavia, l’impegno indiretto dell’Unione per fornire vaccini al resto del mondo continuerà tramite il supporto all’iniziativa Covax, dell’Organizzazione mondiale della sanità. “L’Europa ha già investito 2,2 miliardi di euro in questa iniziativa, che ha già distribuito 30 milioni di dosi in 52 paesi, ha ricordato Von der Leyen.

La presidente ha poi attaccato AstraZeneca, minacciando il blocco delle esportazioni se l’azienda non fornirà quanto prima tutte le dosi promesse all’Unione. “Abbiamo gli strumenti per impedire le esportazioni – ha detto -. Questo è il messaggio per AstraZeneca: prima di cominciare le spedizioni ad altri paesi dovete adempiere al contratto che avete con l’Unione europea”. L’azienda farmaceutica ha un ritardo del 70% delle consegne previste per il primo trimestre dell’anno, avendo fornito solo il 30% dei 90 milioni di vaccini promessi.

Il segretario della Difesa del Regno Unito, Ben Wallace, ha criticato duramente questa decisione, sostenendo che l’Europa metterà a rischio la possibilità dei propri cittadini e di quelli di altri paesi di avere un “adeguato piano vaccinale”, causando anche un danno alla reputazione dell’Unione. Le istituzioni europee hanno risposto accusando Londra di aver imposto a sua volta un loro blocco informale delle esportazioni.

The post L’Unione europea non è pronta a condividere i vaccini con altri paesi, ha detto Ursula von der Leyen appeared first on Wired.