Le nuove uscite a fumetti della settimana

0
194
Questo post è stato pubblicato qui

La famiglia in tutte le sue accezioni è protagonista dei fumetti più interessanti usciti nel corso dell’ultima settimana. Famiglie moderne, coppie lesbiche, ma anche barbari dal cuore grosso (letteralmente) e poveri scienziati che, in nome dell’amore, cercano di sfuggire dal loro ruolo di ingranaggi in un mondo distopico.

Ecco le 5 migliori uscite a fumetti disponibili in libreria, fumetteria e negozi online.

1. Stone fruit, di Lee Lai

Anche i nuovi modelli di famiglia non sfuggono a tensioni e problemi molto tradizionali, cui spesso se ne aggiungono di inediti. È il caso di Bron e Ray, coppia lesbica che condivide un amore di lunga data. La loro relazione è gravata non solo dalle prevedibili pressioni sociali e dai rapporti tesi e difficili con le rispettive famiglie, ma anche dai problemi irrisolti e le parole non dette tra loro due.

Sono l’amore genuino e innocente della nipotina di Ray, che trascorre con loro giornate e momenti sereni e che offre una vera e propria oasi di pace rispetto ai tanti problemi quotidiani, è sufficiente a contrastare il logorio delle pressioni costanti. Sinché, alla fine, l’amore tra le due non viene messo in discussione, e riconsiderato alla luce di rivelazioni sorprendenti.

Una graphic novel al femminile che è un ritratto della normalità dell’amore che finisce e che, forse, rinasce in forma diversa; ma anche un inno alla famiglia e alla sorellanza, in tutte le sue forme (Coconino Press, 240 pp, 22 euro).

2. I married a girl to shut my parents up, di Naoko Kodama

Certi genitori sono incontentabili. Soprattutto per una ragazza che cresce in Giappone, spinta sempre a dare il massimo a scuola, all’università, in casa. È quel che succede a Machi, che ha sempre rispettato le regole imposte dalla madre e dal padre, pur di non deluderli.

La cieca obbedienza, però, arriva a un punto di rottura quando i genitori insistono perché si trovi un marito, si sposi, faccia figli e rinunci alla carriera. Machi decide allora di ricorrere a uno stratagemma: fingerà un matrimonio civile con Hana, una giovane ragazza che le aveva già dichiarato il proprio amore ai tempi dell’Università, ma che lei aveva sempre respinto.

Le due condivideranno un appartamento e, mentre Machi potrà continuare a lavorare libera delle pressioni dei genitori, Hana si dedicherà alla vita domestica. Quello che nasce come un accordo di convenienza tra le due ragazze, però, si rivela più piacevole del previsto, con somma sorpresa della stessa Machi. Che dall’inganno possa nascere una vera relazione? (Star Comics, 168 pp, 6,50 euro).

3. Il grosso, di Daniele Daccò e Veronica Ciancarini

Tre personaggi in fuga da un’orda di demoni si rifugiano in una stanza senza vie d’uscita. Il Grosso è un barbaro che anela solo a morire in combattimento, per guadagnare la benevolenza di uno spirito cinghiale e poter varcare, infine, le soglie del Valhalla. Sotto la sua protezione ci sono una donna incinta e un losco individuo con qualcosa da nascondere.

Cosa hanno in comune i membri dell’improbabile terzetto? Come sono finiti lì, in quella stanza in un tempio in rovina? Ma soprattutto, come ne usciranno vivi, quando le minacce sembrano non avere mai fine?

Una nuova graphic novel tutta italiana, scritta da Daniele il Rinoceronte Daccò e disegnata con lo stile dei cartoon americani e il dinamismo dei manga da Veronica Ciancarini. Un’epico assedio condensato nell’arco di qualche ora, una vicenda autoconclusiva in un mondo che potrebbe avere ancora qualche storia da raccontare.

La più classica delle avventure fantasy, che riserva però alcune svolte impreviste (Panini Comics, 112 pp, 16 euro).

4. La cura del dubbio, di Elisabetta Romagnoli

Fulvio Davielo è un giovane scienziato che vive in un mondo distopico abbastanza simile al nostro, ma in cui ogni forma di dubbio è vietata per legge. Purtroppo, si sa, i dubbi sono contagiosi, una piaga difficile da sradicare. Per questo il governo incarica Fulvio di trovare una cura definitiva contro il contagio del dubbio.

Nel frattempo, la punizione per chi trasgredisce è sempre la stessa: chi dubita del governo, delle leggi, della morale sociale, è costretto a indossare una maschera grottesca che lo identifica come untore, da evitare e ostracizzare.

Il lavoro per il governo metterà in crisi Fulvio, la relazione con la sua amata Camilla, e la sua stessa visione del mondo. Possibile che il dubbio abbia contagiato anche lui? La seconda graphic novel, dopo Finisco di contare le mattonelle, scritta e illustrata dall’autrice romana Elisabetta Romagnoli (Bao Publishing, 144 pp, 19 euro).

5. La finestra di Orfeo 1, di Riyoko Ikeda

Europa, inizi del Novecento. Con la Prima Guerra Mondiale alle porte, la giovane Julius è costretta dalla madre a fingersi un uomo pur di ottenere l’eredità del defunto padre, che altrimenti finirebbe in mano alle sorellastre, figlie della prima moglie. Per questo, Julius si iscrive in un conservatorio maschile sul quale circola un’antica leggenda.

Chiunque si affaccerà dalla “finestra di Orfeo” si innamorerà perdutamente della prima fanciulla che vedrà passare. E l’amore tra i due non potrà che essere infelice e tormentato, proprio come nel mito del sentimento fatale tra Orfeo ed Euridice.

Arriva in Italia un manga dall’autrice di Lady Oscar; il primo volume di un’opera matura che segue sui passi del successo precedente e ne amplia e approfondisce i temi già ben noti e amati dal pubblico (edizioni J-Pop, 400 pp, 12 euro).

The post Le nuove uscite a fumetti della settimana appeared first on Wired.