Pasqua 2021, cosa mangiare per vivere in salute le feste

0
61
Questo post è stato pubblicato qui

Pasqua 2021, cosa mangiare per stare bene nel corpo e nella mente? Per il secondo anno di fila, gli italiani vivranno questa festa con tante restrizioni e limitazioni. Non potremmo organizzare i grandi pranzi con i parenti o le scampagnate con gli amici nel giorno di Pasquetta, ma questo non vuol dire non poter portare sulla tavola i piatti della tradizione. Con un occhio sempre aperto sulla salute, ovviamente.

La nutrizionista Gemma Fabozzi, responsabile del centro B-Woman per la salute della donna di Roma, spiega che dobbiamo avere una strategia:

Quello che rischiamo è che ci si rivolga al cibo per ‘dimenticare’, e i nostri organi siano costretti a gestire gli eccessi del pranzo di Pasqua andando incontro a lentezza digestiva, cefalea, pesantezza e gonfiore addominale.

Per poter mangiare sano anche a Pasqua, concedendosi però qualche sfizio in più, la nutrizionista dà utili consigli per evitare di piangere sul pranzo pasquale versato…

I dentisti dicono si agli sgarri pasquali, ma senza dimenticare la cura dei denti

Pasqua 2021, cosa mangiare per la linea

Ecco le regole da seguire, senza eccezioni.

  1. Iniziare il pasto con della verdura cruda per facilitare il senso di sazietà. Come antipasto si può preparare un pinzimonio con olio e limone.
  2. Come contorno usare della verdura amara: con la carne, sì a rucola, puntarelle, indivia belga o riccia, radicchio, ma anche un carpaccio di carciofi crudi. In questo modo l’organismo potrà godere dell’effetto detox.
  3. Il cioccolato non può mancare, ma meglio optare per il cioccolato fondente, considerato un superfood, ricco di vitamine e minerali, ma anche antiossidanti, flavonoidi e polifenoli che proteggono contro i radicali liberi.

A queste regole, si aggiungono quelle di Federica Faustini, psicologa e psicoterapeuta del centro B-Woman.

Le festività pasquali rappresentano occasioni di convivialità. Come sostituire le nostre abitudini e tradizioni, che ci sono state momentaneamente negate? In primis, non rinunciare a preparare i dolci della tradizione locale, a ornare la casa di oggetti simbolici e a seguire le più semplici tradizioni che ci piacciono e che proprio per questo sono anche le più vere.

E pensiamo a soluzioni alternative, come videochiamate di gruppo.

Foto di hudsoncrafted da Pixabay

Via | Adnkronos