Covid: nuova variante del virus in Bulgaria

0
51
Questo post è stato pubblicato qui

Una nuova variante del Covid è stata individuata in Bulgaria. La notizia è stata confermata da Todor Kantardzhiev, direttore del Centro nazionale per le malattie infettive e parassitarie. La nuova variante è stata isolata nei campioni prelevati da due donne, una di 60, l’altra di 65 anni. Entrambe residenti nella Bulgaria settentrionale, erano state infettate dalla variante britannica.

Covid, variante bulgara non preoccupante

Come dichiarato da Kantardzhiev, i laboratori hanno osservato “una mutazione della paraproteina e degli amminoacidi, nei quali la prolina è stata sostituita dalla fenilalanina”. Quella bulgara non sarebbe una variante preoccupante. Sarebbe simile alle già “scoperte” nigeriana, sudafricana e brasiliana.

Sempre secondo il direttore, la variante bulgara non richiederebbe la somministrazione di un nuovo vaccino. La sostanza del virus nella sua variante britannica non è cambiata: quelli che si somministrano attualmente dovrebbero svolgere la loro efficacia anche nei confronti di questa.

Nel frattempo, il numero dei test positivi tra quelli effettuati nel Paese è diminuito notevolmente negli ultimi giorni, nonostante l’allentamento parziale delle misure anticovid della settimana scorsa. Dal 12 aprile, infatti, in tutto il Paese è stata ripristinata l’attività in presenza per le scuole così come l’apertura dei centri commerciali, dei ristoranti, dei caffe, dei locali, notturni e delle discoteche. Era stato altresì revocato il divieto delle iniziative culturali e delle feste organizzate, seppur monitorate in quanto a capacità.

Nonostante ciò, nelle ultime 24 ore il tasso di contagio è risultato del 9% rispetto al circa 20% di due settimane fa. Grazie a questi incoraggianti dati, come ha reso noto il Ministero della salute, la Bulgaria va a collocarsi all’undicesimo posto nell’Unione Europea.

Via | Ansa

Photo | Pixabay