Psicopandemia: donne e adolescenti i più colpiti dalla pandemia psichiatrica da Covid

0
68
Questo post è stato pubblicato qui

Non ha un nome rassicurante la psicopandemia, anzi. È stata definita come pandemia psichiatrica da Covid-19 e sta diventando un allarme sociale, soprattutto per alcune fasce della popolazione. Uno studio di Angelo Azzurro, una Onlus romana che si occupa di assistenza domiciliare, ha scoperchiato un autentico vaso di Pandora in tal senso.

La ricerca ha messo in luce come la pandemia da Sars-CoV2 abbia minato la sicurezza della gente, soprattutto donne e adolescenti. Da una parte il lockdown e l’isolamento coatto, dall’altra le incertezze per il futuro. Ed ecco che in ormai più di un anno di instabilità, la salute mentale è diventata più cagionevole.

Secondo la psichiatra Stefania Calapai, di Angelo Azzurro Onlus, che ha supportato le famiglie italiane online nel corso degli ultimi 13 mesi:

Giovani, donne, disoccupati, ma anche una parte non trascurabile di lavoratori costretti a svolgere la propria attività in modalità smart working, sono le categorie che hanno accusato i disturbi psichiatrici più rilevanti

Psicopandemia: come il Covid ha minato la nostra salute mentale

Il Covid-19 non ha solo minato la salute fisica, cambiando in peggio abitudini alimentari e stili di vita. Il virus ha portato con sé anche depressione, disturbi del sonno e problemi di tipo cognitivo. La scarsa capacità di concentrazione e la memoria “più corta”, sperimentati da molti, possono ritenersi una conseguenza indiretta del Coronavirus.

Secondo lo studio della onlus romana, i cui dati trovano conferma in quelli dell’Ospedale Bambin Gesù di Roma, il tasso di autolesionismo e tentati suicidi tra i teenager è cresciuto. E ad accusare un altro duro colpo, oltre alla fascia adolescenziale della società, sono state le donne.

Dividersi tra le attività di madre, lavoratrice e moglie è sempre stata un’ardua impresa anche in tempi sereni. Ma la pandemia ha gettato ombre e ulteriori fatiche mentali e fisiche da affrontare per la donna multitasking. E il prezzo che ha dovuto pagare è risultato più alto, indiscutibilmente.

Via | ANSA

Foto | Pixabay