Russia, sparatoria in una scuola a Kazan: 11 morti

0
53
Questo post è stato pubblicato qui

Una strage ha colpito la città di Kazan in Russia, nello stato del Tatarstan. Sono entrati in una scuola e hanno aperto il fuoco contro alunni e insegnanti: 11 persone sono morte questa mattina nella sparatoria avvenuta in un istituto scolastico. Sarebbero 32 i feriti. L’assalitore, 19 anni, stando a quanto riportano i media locali, è stato subito arrestato. Il ministero dell’Interno del Tatarstan ha smentito le voci riportate inizialmente da numerosi media russi che Galjaviev aveva agito in compagnia di un complice.

I FATTI

Il presidente del Tatarstan Rustam Minnikhanov ha descritto la sparatoria come un “disastro” e una “tragedia”. L’attacco è stato compiuto solo da una persona e non due come era stato riferito inizialmente: secondo l’agenzia TASS, che cita una fonte delle forze dell’ordine, l’assalitore, un diciannovenne, è stato arrestato. I media russi scrivono che l’assalitore si chiamerebbe Ilnaz Galyaviev, e che prima dell’attacco aveva pubblicato su un proprio canale Telegram un messaggio in cui aveva annunciato la strage. Nel corso dell’attacco ci sarebbe stata anche un’esplosione all’interno della scuola. Tra le vittime ci sarebbero anche due ragazzi morti dopo essere precipitati dal terzo piano dell’edificio scolastico mentre cercavano di mettersi in salvo.

La conferma è arrivata da un testimone che ha riferito alla TASS che diversi alunni sono saltati fuori dalle finestre del terzo piano della scuola dopo che gli aggressori hanno aperto il fuoco all’interno dell’edificio. “Diversi ragazzi sono saltati fuori dalle finestre del terzo piano, a un certo punto, presumibilmente nel tentativo di sfuggire a qualcuno che li stava inseguendo“, ha raccontato un testimone che stava passando davanti all’edificio scolastico al momento della sparatoria. Diversi  filmati condivisi sui social hanno mostrato alcune persone che saltavano dalle finestre per scappare e persone ferite che venivano evacuate.

“Il terrorista è stato arrestato. Ha 19 anni. È un proprietario di armi da fuoco registrato”, queste le parole riportate dalla BBC da Rustam Minnikhanov. Il presidente Vladimir Putin ha ordinato di inasprire le regole sull’uso delle armi da parte dei civili dopo la sparatoria nella scuola di Kazan. Lo fa sapere il Cremlino. Putin ha anche espresso le sue “profonde condoglianze” ai genitori delle vittime. Lo riporta la Tass.