Il riscaldamento globale causa un terzo delle morti legate al caldo

0
51
Questo post è stato pubblicato qui

C’è chi pensa che non esista, che si tratti di un’invenzione ad opera di scienziati e ambientalisti, ma la realtà è che il riscaldamento globale e i cambiamenti climatici esistono eccome, e stanno danneggiando il Pianeta, gli animali che lo popolano e anche gli esseri umani. Più di un terzo dei decessi per caldo sono causati proprio dal riscaldamento globale indotto dall’uomo.

A rivelarlo è un nuovo studio pubblicato sulla rivista Nature Climate Change, i cui autori hanno lanciato l’ennesimo allarme.

Per l’esattezza lo studio rivela che tra il 1991 e il 2018 il 37% di tutti i casi di morte per caldo nel periodo estivo era causato dal riscaldamento globale. Per giungere a questa conclusione, gli autori hanno esaminato i dati di 732 località in 43 Paesi di tutto il mondo.

Il riscaldamento globale causa il 37% di tutti i decessi legati al caldo

I rischi maggiori sono stati riscontrati nell’America centrale e meridionale e nel Sud-est asiatico. Purtroppo simili risultati sono tutt’altro che rincuoranti. In futuro, se l’umanità non cambierà rotta, il numero di decessi per cause come il riscaldamento globale aumenteranno inesorabilmente.

Ci aspettiamo che la percentuale di decessi legati al caldo continui a crescere se non facciamo qualcosa per il cambiamento climatico o non ci adattiamo. Finora la temperatura globale media è aumentata solo di circa 1°C, che è una frazione di quella che potremmo affrontare se le emissioni continueranno a crescere in modo incontrollato.

Del resto, il maggior numero di morti per caldo non è la sola conseguenza dell’azione irresponsabile da parte dell’uomo. I cambiamenti climatici sono infatti alla base dei più frequenti incendi che hanno devastato interi Paesi e sterminato moltissimi animali, oltre che della maggiore trasmissione di malattie.

Il messaggio è chiaro: il cambiamento climatico non avrà impatti devastanti solo in futuro. Ogni continente sta già sperimentando le terribili conseguenze delle attività umane sul nostro pianeta. Dobbiamo agire ora.

via | ScienceDaily
Foto di Arek Socha da Pixabay