Airpods e auricolari: come pulirli e con quale frequenza

0
70
Questo post è stato pubblicato qui

Fanno oramai parte del nostro quotidiano, ma quanto spesso dovremmo pulire airpods e auricolari? Strumenti indispensabili per ascoltare la propria musica preferita senza disturbare gli altri o per partecipare a call di lavoro, si tratta di dispositivi che tutti, o quasi, utilizziamo ogni giorno. Gli esperti dicono che dovremmo lasciare ventilare le orecchie dopo averli usati e che il loro utilizzo (eccessivo) potrebbe causare problemi di salute. Ecco i consigli su come pulirli correttamente e con quale frequenza.

Come pulire e disinfettare Airpods e auricolari

Per i motivi sopra esposti, tali dispositivi andrebbero puliti e regolarmente disinfettati anche se, spesso e volentieri, trascuriamo queste buone pratiche. Quali sono i rischi della mancata pulizia degli auricolari? Oltre a dolore e ronzio alle orecchie, cerume in eccesso e infezioni da funghi e lieviti. Fortunatamente, è possibile proteggere la salute delle nostre orecchie semplicemente non trascurandone la pulizia e l’igiene.

Nel processo di pulizia due sono le fasi salienti: entrambe sono indispensabili per prevenire problemi. La prima consiste nel pulire e disinfettare l’auricolare in sé, la seconda anche le parti che ne vanno a contatto, come il case e la custodia. Il tutto, al fine di eliminare il cerume accumulato e uccidere i batteri potenzialmente dannosi. Il cerume, di per sé, non è un elemento negativo. Anzi. Aiuta a proteggere le nostre orecchie ma, a contatto con gli auricolari, può rimanere bloccato e creare un ambiente favorevole allo sviluppo dei germi. Infine, è altamente consigliato far ventilare la parte tra l’orecchio esterno e il timpano dopo l’utilizzo per far sì che l’umidità accumulata diminuisca riducendo il rischio di infezioni.

Quando disinfettare Airpods e auricolari

Gli esperti dicono che bisogna pulire accuratamente gli auricolari dopo ogni utilizzo. Ma, se questo non avviene, allora si può sempre optare per la frequenza minima consigliata, che è di una volta alla settimana. Rimuovete l’accumulo di cerume utilizzando delle salviettine imbevute di alcol, oppure un panno morbido (o un batuffolo di cotone) con un disinfettante naturale. In questo caso, oltre che per l’alcol denaturato, potete optare per l’aceto. Utilizzate la punta di un cotton fioc per arrivare alle parti meno accessibili. Prima di rimetterli nelle orecchie, ispezionate gli auricolari per assicurarvi che siano privi di sporcizia.

Via | Healthline.com

Photo | Pixabay