Come comportarsi con un adulto con ADHD?

0
92
Questo post è stato pubblicato qui

Come convivere e come comportarsi con un adulto con ADHD? Quando sentiamo parlare di questa condizione, ovvero dell’ADHD (Disturbo da Deficit di Attenzione Iperattività) tendiamo a immaginare dei pazienti in età molto giovane, come bambini e adolescenti ad esempio. In realtà, anche gli adulti possono ricevere una diagnosi di ADHD o, come spesso accade, possono soffrire di questa condizione senza che venga mai ufficialmente riconosciuta.

Negli adulti, così come nei ragazzi e nelle ragazze più giovani, il Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività può influenzare diversi ambiti della vita quotidiana.

L’ADHD è considerato un disturbo che riguarda la salute mentale, ed è caratterizzato da sintomi come disattenzione, iperattività e comportamenti impulsivi. Ma in che modo influisce sulle relazioni con le altre persone?

Gli effetti dell’ADHD sulle relazioni

Tale disturbo può influire negativamente su fattori come la gestione del tempo, le capacità di organizzazione, la concentrazione e l’autodisciplina. Tutto ciò, a lungo andare, può creare degli attriti nelle relazioni interpersonali.

Se state vivendo un rapporto con un adulto affetto da questa condizione, potreste avvertire spesso un senso di frustrazione. Potreste sentirvi obbligate/i a sbrigare la maggior parte delle faccende in casa e fuori casa, e a lungo andare ciò causerà stanchezza e risentimento.

Molti uomini e donne che hanno una relazione con una persona con ADHD ammettono di sentirsi spesso sole e trascurate dal partner.

Dal canto loro, i pazienti con questa condizione raccontano invece di sentirsi insicuri, spesso criticati o sottovalutati e – in molti casi – finiscono per sviluppare una dipendenza dal partner. Ma come comportarsi quando si intreccia una relazione di questo tipo? Vediamo quali sono i consigli per migliorare la vostra relazione.

Come comportarsi con un adulto con ADHD

Se il vostro (o la vostra) partner è affetto da ADHD, sarà importante mettere in pratica una serie di consigli per una relazione serena e senza intoppi. Vediamo quali sono le strategie più efficaci:

  1. Stabilire una routine o una tabella di marcia: insieme al partner, stabilite una routine da seguire e incoraggiatelo a rispettare gli impegni previsti nella tabella di marcia.
  2. Impostare dei promemoria: potrebbe trattarsi di una sveglia nel cellulare, di un calendario condiviso con tutti i membri della famiglia, o di semplici post-it dove appunterete tutte le cose da fare. Fate in modo che il partner abbia sempre sott’occhio la to-do-list della famiglia!
  3. Documentarsi: l’ADHD non è una condizione piacevole né per chi ne soffre, né per gli eventuali partner o familiari. Imparate a comprendere in modo approfondito questa condizione, informatevi e parlate con altre persone che stanno vivendo la vostra stessa esperienza.
  4. Smettere di litigare e imparare a comunicare: provate a mettervi nei panni del vostro partner. Comunicate, esprimete le vostre emozioni senza rinchiuderle in un cassetto. Questo scambio di informazioni e di esperienze potrebbe aiutarvi a migliorare la vostra relazione di coppia e la vostra vita.

Foto di PublicDomainPictures da Pixabay