GameNow™, il gaming cambia volto grazie anche al 5G

0
35
Questo post è stato pubblicato qui

Ascolta “La rivoluzione del gaming” su Spreaker.

Non c’è più il gaming di una volta, ma non si tratta di nostalgia. Anche l’universo videoludico risponde infatti alle leggi dell’innovazione e non può sfuggire quindi all’evoluzione impresa dall’accelerazione tecnologica.

Se il cosa non cambia – videogiocare come momento di espressione ludica e identitaria- il come assomiglia più che mai a numerose altre esperienze della contemporaneità. Iscriversi con facilità a un servizio, utilizzarlo su più piattaforme e fruirlo grazie alla qualità di rete di ultima generazione è essenziale anche per questa industry.

Giocare in velocità e ovunque connettendosi alla rete mobile (non al wi-fi di casa): un’attitudine che intriga anche streamer e proplayer di fama, come dimostra il progetto GameNow™ di Vodafone che permette di videogiocare illimitatamente attraverso diversi device tutti i titoli presenti in un catalogo sempre disponibile in streaming.
Uno dei primi a scoprire i vantaggi e il divertimento del gioco in mobilità è stato Favij, il famoso creator e youtuber appassionato di gaming. Infatti, anche Favij (Lorenzo Ostuni, ndr), che di Vodafone è ambassador, si è messo alla prova con GameNow™ (il servizio nativo 5G Native ma ottimizzato per la rete cellulare Vodafone 4G).

Come racconta lo stesso youtuber (nel podcast), GameNow™ consente agli utenti di accedere a un parco titoli ampio e di richiamo per ogni gamer: tra quelli disponibili, anche cult come Metal Slug X, Deliver Us The Moon, Home Front: The Revolution e numerosi altri in una library destinata a crescere – oltre i 100 attuali- per soddisfare tutti i gusti (dall’azione allo sport, dagli sparatutto ai casual games).
Si può giocare con tablet, smartphone e anche pc via tethering e ottimizzare l’esperienza di gioco, ad esempio personalizzando i comandi a schermo oppure collegando un Gamepad Bluetooth compatibile. Sembrano davvero trascorse ere geologiche da quando il gioco era sostanzialmente una dimensione indoor. In particolare il 5G rappresenta una grandissima opportunità per il gaming in streaming, perchè permette di sfruttare al meglio la bassissima latenza e l’elevata banda che sono due aspetti tecnici fondamentali per assicurare un’esperienza di gioco più immersiva ed estremamente fluida, senza lag indipendentemente dal luogo in cui si decide di giocare.

Con un approccio totalmente diverso, anche il gaming diventa outdoor consentendo alle community di giocatori di videogiocare in location di ogni tipo e magari scegliere quelle più coerenti allo spirito del gioco.

Proprio con questo approccio Favij ma anche i proplayer Pow3r (Giorgio Calandrelli) e Kurolily (Sara Stefanizzi) chiedono alle rispettive community, molto ampie e consolidate, di inviare le foto delle location più interessanti e stimolanti in cui giocare in mobilità.

Una vera e e propria Travel Guide del gaming, tutta digitale, sembra quindi destinata a nascere e ispirare milioni di altri giocatori.

Una chance alla portata di molti, grazie al primo mese di prova fino all’attivazione della sottoscrizione mensile del servizio.

The post GameNow™, il gaming cambia volto grazie anche al 5G appeared first on Wired.