domenica, Maggio 19, 2024

Taste, siamo pronti a (mangiare) tutto

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Un weekend lungo mangiando e bevendo benissimo in una delle città più belle del mondo: Taste è anzitutto questo, ma è anche molto altro. È cultura del buon cibo, è innovazione, è lifestyle, è sostenibilità: lo scopriremo dal 26 al 28 marzo, a Firenze, per la prima volta alla Fortezza da Basso (e non alla Leopolda) con un percorso nel gusto tra oltre 470  aziende e tante storie da ascoltare e assaporare, in un’edizione carica di novità oltre che di entusiasmo dopo due anni di stop dettati dalla pandemia.

Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine, introduce Taste così «Troverete tante eccellenze e nuove scoperte, selezionate con un attento scouting nel mondo della gastronomia italiana – con qualche piccola puntata internazionale – ma anche progetti speciali legati a produzioni che si rivolgono a mercati di nicchia. “Zero Spreco: non sprechiamo il cibo, non sprechiamo l’ambiente” sarà il tema portante e costituirà il filo rosso di talk ed eventi, portando l’attenzione su esperienze concrete di sostenibilità legate sia al mondo produttivo e all’ambiente, sia a quello dei consumatori finali. Sarà il nostro modo per contribuire alla tutela del territorio e dei suoi prodotti».

Taste a Firenze il salone dedicato al gusto

I grandi incontri

I grandi incontri si terranno nella UniCredit Taste Arena: tra i tanti – tutti interessanti – quello in programma il 26 marzo per la presentazione di Neorurale, il laboratorio naturale che fornisce ad aziende e attività agricole soluzioni sostenibili per ricreare un ecosistema vivo e ricco di biodiversità.Nello stesso giorno si parlerà di Zero Spreco con i pionieri di Last Minute Market, Too Good To Go e con Banco Alimentare, la ONLUS che si occupa della raccolta di generi alimentari e del recupero delle eccedenze della produzione agricola e industriale e della loro ridistribuzione a strutture caritative. Il 28 marzo, poi, si parlerà di “Il cibo del futuro: la finanza a supporto di una filiera alimentare sostenibile” in un incontro a cui partecipano Andrea Burchi (UniCredit Regional Manager Centro Nord), Alessandro Iacomoni (Salumeria di Monte San Savino), Giusy Stanziola (UniCredit Start LAB), Niccolò Calandri (CEO & Co-Founder 3Bee), Osvaldo de Falco (CEO & Co-Founder Biorfarm), Daniele Rossi (CEO & Co-Founder Tomato+), con la moderazione di Massimiliano Tonelli. Ogni giorno, poi, nell’arena ci saranno i «ring» in cui il giornalista Davide Paolini parlerà dei grandi temi del food con grandi protagonisti. Tante, poi, le presentazioni dei libri: ancora sabato 26 Csaba Dalla Zorza presenta The modern baker. 120 ricette per riscoprire il  piacere del forno (Guido Tommasi Editore) mentre sempre Davide Paolini il 27 sarà a Taste con 
Confesso che ho mangiato (Giunti Editore)

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Kinds Of Kindness è la summa del pensiero di Yorgos Lanthimos

Ovviamente non c’è solo questo in questo film molto più sperimentale, radicale e autoriale degli altri, che Lanthimos ha...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img