giovedì, Maggio 26, 2022

Cicloturismo. La mitica “Eroica” senese si fa in tre: ora è “Terra Eroica”, più bella e massacrante che mai

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

E’, probabilmente, il più grande anello cicloturistico. E, quasi sicuramente, il più affascinante. Si snoda lungo le storiche “strade bianche” o in quelle con pochissime auto che attraversano le valli e le colline del Senese famose in tutto il mondo per i loro paesaggi straordinari, le bellezze naturalistiche e culturali, le delizie enogastronomiche. E’ la appena nata “Terra Eroica”, che unisce il percorso della granfondo ciclistica divenuta un mito mondiale – l’Eroica, appunto – con quello dell’Eroica Montalcino. E gli affianca il giro della Val di Merse. Sono quasi trecento chilometri di bellezza pura, divertimento e anche fatica ovviamente, mappati e organizzati per rispondere a tutte le esigenze di chi li sta percorrendo in sella alla sua bici.

Ma andiamo con ordine. Partendo da “L’Eroica”. I suoi 209 chilometri – quasi per metà su strade bianche e da percorrere con bici d’epoca – sono ormai il sogno per appassionati di tutto il mondo. La Granfondo che parte da Gaiole, negli anni si è moltiplicata dando vita a “Eroiche” in 16 Paesi (dalla California, al Sud Africa, al Giappone) e anche ad un più breve giro eroico con al centro Montalcino.

Terra Eroica mette insieme i due percorsi toscani creando un anello da sogno, perfettamente indicato, con mappe interattive e punti di accoglienza disseminati lungo tutto il tracciato.  Attraversa i territori del Chianti Classico, delle Crete Senesi, del Brunello, della Val d’Orcia con due possibili allungamenti nella zona ai pedi dell’Amiata. Sono in totale 288 chilometri con 5400 metri di dislivello in salita. Niente bici d’epoca (a meno che non ci si voglia mettere alla prova): preferibilmente le più stabili “gravel” o mountain bike, ma in tanti già ne hanno fatto il luogo delle loro vacanze con le bici a pedalata assistita.

Sembra una impresa – appunto – eroica. Ma si trasforma in un viaggio affascinante con i tempi del turismo lento (il turismo più ambito) in bicicletta. E assolutamente abbordabile: se ne possono percorrere piccoli tratti, lo si può dividere in un numero di tappe e in una lunghezza giornaliera adatte alle proprie possibilità. Si può saltare da uno all’altro delle decine di bike-point, b&b o agriturismi, segnalati con appositi cartelli che hanno partecipato al progetto e che alla bellezza dei luoghi uniscono anche ambienti dedicati a custodire e poter manutenere le biciclette e ricaricare le e-bike. E, a questo anello, si affianca quello del “gran tour della val di Merse”, un ulteriore giro di 173 chilometri nel cuore antico della Toscana.

image

E’ un viaggio lento che si può pianificare da soli. Terra eroica ha creato un sito (www.terraeroica.it che sarà online da maggio) pensato per fornire la mappa dei percorsi, le indicazioni sui territori che si attraversano, i dettagli su tutte le aziende collegate. Ed ha aperto uno spazio su Komoot, una delle piattaforme più note nel mondo del cicloturismo, dove trovare mappe geolocalizzate, foto, informazioni sui bikepoint.

Raccontare tutte le meraviglie che si attraversano è quasi impossibile. Proviamo a dare un’idea. Nella zona del Chianti: Gaiole e Castelnuovo Berardenga, il gioello di Radda e il castello di Brolio. In quella delle Crete: Siena, Buonconvento, Murlo. Poi Montalcino nella zona del Brunello. In Val D’Orcia: Pienza, San Quirico, Bagno Vignoni. E non contenti di questa meraviglia, proprio a partire da Murlo si può intraprendere anche l’anello nella Val di Merse tra i borghi medievali di Chiusdino, Monticiano, Radicondoli. Nel mezzo scenari da gustare con lentezza, paesaggi che fanno pensare ancora quelli magnifici che fanno da sfondo ai capolavori del Rinascimento. E quando ci si ferma, i vini e le pietanze sono già da sole un buon motivo per intraprendere il giro.

image

image

- Advertisement -spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img
Latest News

Elvis di Baz Luhrmann è strabiliante

A quasi 45 anni dalla sua tragica morte, avvenuta all'età di 42 anni, Elvis Presley torna a vivere grazie...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img