venerdì, Maggio 20, 2022

Storia della band di musicisti ucraini che ha chiesto aiuto a Ed Sheeran per i rifugiati

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

image

L’esordio di Taras nell’intervista è piuttosto indicativo del dramma che sta vivendo, della precarietà della vita in Ucraina (chi scrive in questo momento si trova a Černivci). Alla domanda “come stai?” risponde  “Sto bene, e spero di stare bene anche per la prossima ora. Durante la nostra conversazione”. Stato d’animo che non era difficile immaginare data la location da cui ha parlato: tra i sacchi di sabbia sistemati in modo da trovare protezione.

Dall’inizio dell’invasione russa in Ucraina, Taras e gli altri componenti del gruppo, sono soldati e non più musicisti. Un loro video su TikTok con un messaggio per Ed Sheeran è diventato virale. Taras ha infatti chiesto a Ed Sheeran, che stava organizzando un concerto di beneficenza per l’Ucraina, di potersi unire, seppure in collegamento da Kyiv. Il cantante inglese ha risposto prontamente, ma l’organizzazione dell’evento ha negato agli Antytila la partecipazione poiché indossano elmetti e impugnano armi. Con un certo invidiabile fairplay, Taras Topolia ha risposto che accetta la decisione, ma che il momento è tale per cui, come è immaginabile, vestirsi diversamente e deporre le armi potrebbe essere controproducente.

Il concerto di beneficenza a Birmingham organizzato per raccogliere fondi per l’Ucraina si è tenuto il 29 marzo. E, come detto, gli Antytila non c’erano. Ma Taras ha una visione più ampia e risponde che l’importante è che abbiano raccolto molti soldi. Il totale, secondo quanto riportato da Birmingham Live, è di 11 milioni di sterline. Per cui secondo Taras “è stato un grande obiettivo che hanno raggiunto. Perché questi soldi serviranno ad aiutare i rifugiati ucraini.” Nonostante non abbia visto il concerto, e soprattutto che gli Antytila non vi abbiano preso parte, è contento perché “Jamala, cantante ucraina, c’era e ha cantato ed è stata grande. Ha cantato con l’anima e spero che tutti gli spettatori lo abbiano sentito.”

Ed Sheeran ha dimostrato comunque che gli Antytila, pur non essendo presenti fisicamente, c’erano: sui suoi canali social, infatti, ha condiviso uno dei videoclip della band ucraina.

Per quanto riguarda il rapporto con i social, bloccati in Russia da Putin, ma utilizzati in Ucraina a partire dal presidente Zelensky per comunicare, Taras Topolia dice che servono “a condividere pensieri” e per “raccontare la verità. Non abbiamo satelliti nello spazio, come li ha la Russia, non abbiamo mezzi di comunicazione potenti come li ha la Russia per la propria propaganda, quindi proviamo a usare i social per fare il nostro lavoro. E il nostro lavoro è dire al mondo intero la verità e raccontare cosa sta succedendo in Ucraina e resistere alla propaganda russa.” E aggiunge che “il nostro appello a Ed Sheeran era uno degli strumenti per mostrare a Ed Sheeran e al resto del mondo che la capitale dell’Ucraina, Kyiv, era libera, non conquistata dai russi. E che noi siamo forti e che resistiamo uniti, insieme. Questo era il messaggio principale.”

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Gli Stati Uniti confermano l'esistenza degli UFO per la prima volta

In un'audizione pubblica al Congresso degli Stati Uniti è stata confermata per la prima volta l’esistenza degli Ufo e...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img