giovedì, Maggio 26, 2022

Tutte le innovazioni che non troverete su iPhone 14

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

image

Cosa non si troverà a bordo di iPhone 14? Non è certo un mistero che Apple alterni spunti innovativi a una certa cautela riguardo determinate tecnologie, lasciando che altri brand si prendano la responsabilità di fungere da apripista, così da osservare la reazione dei mercati prima di esporsi. In questo senso, iPhone è probabilmente l’esempio più lampante visto che ha sdoganato soluzioni diventate poi universali come il notch oppure la sparizione del jack da 3,5 mm, ma al contempo non ha ancora portato a bordo caratteristiche o funzioni già presenti da anni sui modelli rivali. Ecco le innovazioni che per il momento non si vedranno sul prossimo iPhone standard, comprese quelle che sembra saranno appannaggio dei Pro.

Lo scanner di impronte sotto al display

Sono moltissimi i nostalgici del TouchId, ovvero il tasto home con integrato il sensore delle impronte digitali, attualmente disponibile solo con i modelli Se (qui la nostra prova della terza versione). La naturale evoluzione sarebbe il posizionamento del sensore al di sotto del display, nella parte inferiore, qualcosa di ben collaudato ormai da anni, ma che sul melafonino ancora nicchia. Eppure sembra che la società californiana avesse testato un modello di iPhone 13 con TouchId sotto al display, salvo poi decidere di attendere, come riportato dal The Wall Street Journal. Le ultime stime indicano il 2024 come possibile anno di debutto della tecnologia, a bordo forse ancora di un iPhone Se.

La fotocamera sotto al display

Strettamente connesso al TouchId sotto al display c’è anche la cosiddetta under-screen camera ovvero la fotocamera piazzata sotto al lato superiore dello schermo, così da ottimizzare bordi e componentistica. Le società cinesi sono già attive in questo senso da tempo – da Zte a Oppo – mentre per ora Apple sembra ancora ferma ai test preliminari. Secondo il sempre ben informato analista Ming Chi Kuo, l’attesa si protrarrà anche qui fino al 2024 – ovvero al modello iPhone 16 – per questioni più di marketing che prettamente tecniche.

Twitter content

This content can also be viewed on the site it originates from.

L’addio al notch

Secondo una serie di indiscrezioni apparse nelle scorse settimane, solo i modelli iPhone 14 Pro e 14 Pro Max potrebbero far fuori il notch in favore della fotocamera nel foro centrato nella parte superiore del display. In realtà nemmeno per i Pro si può dare per certo l’addio alla tacca, dato che c’è ancora da capire dove verrebbero montati il sensore di prossimità e soprattutto quello per il riconoscimento del volto per lo sblocco FaceId. 

Il processore Apple A16

Altra prerogativa dei modelli Pro dovrebbe essere il chip proprietario A16, dato che i modelli standard dovrebbero integrare ancora quello dell’attuale famiglia iPhone 13, dunque l’A15. Tutti e quattro i melafonini avrebbero 6 GB di ram, ma solo i Pro quella più veloce.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Il calcio inglese sostiene Jake Daniels e si pone una domanda: ha un senso andare ai Mondiali del Qatar?

Jake Daniels è un personaggio di cui non mi ero accorto prima della scorsa settimana, quando il diciassettenne centrocampista...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img