giovedì, Maggio 26, 2022

5 cammini da fare in Italia in primavera

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Camminare è sempre più popolare come modo di viaggiare e i cammini da fare sono sempre più cercati. Un modo di viaggiare lento e meditativo, capace di avvicinarsi il più possibile al ritmo della natura. Quello di Santiago è il più famoso, il più ambito, soprattutto per la sua carica evocativa e spirituale e i numerosi libri che lo hanno raccontato. Ma anche rimanendo nei nostri confini sono tante le vie Romee che attraversano la penisola, formando un intreccio di percorsi che spesso si affiancano e si intersecano, soprattutto nella fascia compresa tra il Fiume Po e Roma. E per percorrerle serve ben poco, uno zaino, scarpe da trekking, abbigliamento impermeabile e pochissimo di più. Tenda e sacco a pelo sono un’opzione per i più giovani e temerari, ma in tutti i cammini si trovano comode strutture ricettive che accolgono i viandanti in cerca di rifugio e ristoro

Scoprire l’incanto di casa, dietro casa nostra, attraverso le nostre gambe è possibile. Basta aprire la cartina dell’Italia per scoprire i numerosissimi cammini, brevi, medi o lunghi da fare a piedi per le antiche vie di collegamento usate dai pellegrini. La Via Francigena è tra tutte la più famosa. Sulle orme dell’arcivescovo di Canterbury che per primo tracciò l’itinerario nel 990 d.C., parte proprio da Canterbury in Inghilterra, taglia tutta l’Europa centrale e in Italia, dal Colle del San Bernardo prosegue fino a Roma in 45 tappe ben segnalate e battute puntellato da numerose strutture ricettive. Ma a parte questo lungo cammino ce ne sono altri più brevi. Di seguito i 5 cammini che potete prendere come ispirazione per pianificare una o più settimane, il tempo necessario per godere di un viaggio come questo, in maniera lenta e consapevole, allineando i battiti del cuore al ritmo dei vostri passi. 

Via Francigena

Foto di LeDecodeur da Pixabay

Foto di LeDecodeur da Pixabay   

Il tracciato ufficiale della Via Francigena, ben segnata, è provvisto di numerosi punti d’appoggio lungo il percorso. Dopo aver valicato la cresta di confine al Colle del Gran San Bernardo (2470 m), il punto più elevato, si cammina immersi nel paesaggio alpino della Valle d’Aosta, per poi compiere la lunga traversata della Pianura Padana, valicare la catena appenninica e procedere infine in una successione di morbide colline ricoperte di campi coltivati, vigneti e boschi nelle tappe toscane e laziali, prima dell’agognato arrivo a Roma. Per pianificare un viaggio lungo il percorso iniziate sul sito ufficiale.

Via degli Abati (Pavia-Pontremoli)

Foto di ivan landi da Pixabay

Foto di ivan landi da Pixabay

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Cosa mangiare in estate per stare bene

Cosa mangiare in estate? Di tutto (o quasi), ma nel modo giusto. Con il caldo le esigenze del nostro...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img