mercoledì, Maggio 22, 2024

Nuova Honda Civic Type R, giro record nel circuito di Suzuka

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

La nuova generazione della Honda Civic Type R debutterà in Europa nel corso del 2022. Nel frattempo, la casa automobilistica giapponese sta continuando lo sviluppo di questa sua nuova sportiva. Un modello che si preannuncia essere davvero un fulmine tra le curve. Infatti, Honda ha fatto sapere che la futura nuova Civic Type R ha stabilito un nuovo record sul giro per un’auto a trazione anteriore nel celebre Circuito di Suzuka in Giappone.

Un risultato, dunque, davvero impressionante. Per la precisione, il tempo record è stato ottenuto nelle fasi di valutazione del prototipo finale il 14 marzo 2022. L’auto ha completato il tracciato di 5,8 km in 2 minuti e 23,120 secondi. Il precedente record sul giro di un’auto a trazione anteriore a Suzuka – 2 minuti e 23,993 secondi – era stato siglato dal modello di sviluppo della Civic Type R Limited Edition a febbraio 2020. Contestualmente, Honda ha condiviso anche qualche foto della vettura sul circuito.

Purtroppo, l’auto presenta una livrea camuffata. In ogni caso, già sappiamo che la Civic Type R si caratterizzerà per la presenza di un triplo scarico centrale, della grande ala posteriore e per ulteriore modifiche a livello aerodinamico. Nuovi saranno pure i cerchi in lega.

Se sul design sappiamo già diverse cose, c’è ancora incertezza su quello che Honda ha deciso di mettere sotto il cofano. In passato, si sono rincorse più voci, compresa quella che parlava di un powertrain ibrido. Visto che il miglioramento del record non è stato clamoroso (meno di un secondo), è possibile che la sportiva adotti un’evoluzione del motore attuale.

Il costruttore ha fatto sapere che maggiori informazioni saranno condivise al momento del lancio nella seconda parte del 2022. Dunque, non rimane che attendere ancora qualche mese per scoprire tutti i segreti di questa sportiva.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

L'intelligenza artificiale potrebbe sostituire 200mila dipendenti pubblici italiani

Più della metà dei dipendenti pubblici italiani vedrà la propria attività fortemente impattata dall’intelligenza artificiale. Lo certifica la ricerca...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img