mercoledì, Maggio 22, 2024

Mercedes EQB: primo contatto, prova ricarica IONITY e consumi in autostrada

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Mercedes EQB è l’altra proposta nel mondo dei SUV elettrici tedeschi, e la domanda a cui risponde è “esistono SUV elettrici da sette posti”? Non sono tanti, ma avere un’opzione permette di rendere l’elettrico amichevole anche sotto questo punto di vista, quello delle varianti carrozzeria. Lanciata da poco, EQB è la versione elettrica di GLB e segue lo stesso processo di GLA-EQA, con la differenza dell’optional per aggiungere due sedute nella terza fila, a discapito dello spazio di carico.

La piattaforma di Mercedes si è già dimostrata versatile a sufficienza per trasformarla da termica ad elettrica con l’applicazione di due unità che assicurano la trazione integrale. Resta disponibile in gamma, però, anche il modello d’ingresso con due ruote motrici: risponde alla sigla EQB 250.


Mercedes EQB, partono le vendite del nuovo SUV elettrico. Fino a 7 posti


Auto
24 Nov


Mercedes EQB, nuovo SUV elettrico a 7 posti


Auto
18 Apr

MOTORI, VERSIONI E PREZZI


image

Mercedes EQB 250

Trazione anteriore, versione d’ingresso che promette 469 km di autonomia nel ciclo misto, scarica a terra 190 CV (140 kW) e costa 54.750€.

Mercedes EQB 300 4MATIC

La versione intermedia, prima delle due a trazione integrale elettrica 4MATIC grazie ai due motori. La potenza sale a 228 CV (168 kW, 390 Nm), l’autonomia scende a 420 km perché la batteria è la stessa ma aumentano peso e prestazioni. Accelera infatti da 0 a 100 km/h in 8 secondi. Si parte da 58.130€… e 1 centesimo.

Mercedes EQB 350 4MATIC

Per chi vuole esagerare: si arriva a 292 CV (215 kW, 520 Nm), sempre 420 chilometri di autonomia dichiarata (se non vi fate prendere troppo la mano), ma soli 6,2 secondi per scattare da 0 a 100 km/h spinti dalla solita trazione integrale 4MATIC con doppio motore elettrico. Prezzo di partenza: 60.870€.

RICARICA, CONSUMI E AUTONOMIA


image

Si ricarica a 11 kW in corrente alternata, poco meno di sei ore se la colonnina vi concede la massima potenza in trifase. Altrimenti si può sfruttare la corrente continua ma il limite è a 100 kW, lo stesso che avevamo visto su EQA perché è identica in termini di batteria ed elettronica, con il pacco da 66,5 kWh netti.

La prova di ricarica di EQB è avvenuta a caldo, uscendo direttamente dall’autostrada e percorrendo i pochi km che ci separavano dalla stazione IONITY. Ad ogni modo, pur in condizioni diverse, si può notare la differenza di tecnologia rispetto a Mercedes EQS che a freddo è riuscita ad ottenere prestazioni migliori:

EQB ha immagazzinato 13,4 kWh in una sosta di 10 minuti da IONITY con batteria “a caldo”. EQS aveva immagazzinato 16 kWh in 9 minuti, salendo poi a 24 kWh a 12 minuti dall’avvio della ricarica.

Dalla prima prova, con due conducenti diversi ma con i tratti autostradali (80% del viaggio) fatti tutti a 130 km/h o più (il secondo conducente), il consumo rilevato è stato di 25,6 kWh / 100 km per un’autonomia di 250 km in condizioni di viaggio, quasi 300 km abbassando leggermente il ritmo, fino a 350 km diminuendo la percentuale di autostrada.

PROVA SU STRADA: PRIMO CONTATTO


image

Il primo contatto con EQB conferma la stretta parentela di quest’auto con Mercedes GLB. Non è l’auto per le prestazioni assolute o per la guida sportiva, intendiamoci. EQB guarda a chi cerca la praticità di un SUV con spazi da monovolume e la qualità e solidità del trattamento premium di Mercedes. La differenza rispetto alle auto di massa la si nota già dalle portiere, solide, con un rumore cupo quando le chiudiamo: trasmettono subito sensazioni diverse, al punto da rivelarsi quasi pesanti, ma rassicuranti.

Dentro ritroviamo le tecnologie a cui siamo abituati, un tripudio di materiali e tanto stile, pur se nettamente più moderno rispetto all’eleganza classica a cui eravamo abituati tempo fa. Oggi lo stile Mercedes degli interni si è evoluto per creare una lounge fatta anche di luci LED onnipresenti nell’abitacolo, un’atmosfera difficile da replicare in altri modelli quando si viaggia di notte.

In strada GLB si muove con un po’ di rollio in curva, ma resta composta, progressiva nell’ammortizzazione e votata al comfort più totale in assorbimento. Da guidare al trotto, come fa chi deve portare famiglia, bambini e amici.

I sette posti esistono, è vero, ma quelli della terza fila sono riservati a bambini non troppo cresciuti e risultano utili solo per i piccoli spostamenti se ospitate degli adulti. Va bene per prendere una sola auto, al posto di due, se la serata vi porta dall’hinterland di Milano al centro della città. Oltre i 50 km, però, si richiederebbero troppi sacrifici ad adulti di taglia media seduti dietro.

Con la EQB 300 4MATIC si hanno prestazioni rispettabilissime in termini di potenza: coppia istantanea scaricata a terra dai due motori per una trazione integrale che risulta meno sofisticata di altre elettriche a causa del telaio più da passeggio e a causa della taratura meno sportiva dell’elettronica.

Non c’è l’effetto “dragster” che ci incolla al sedile, ma non serve neanche in questa categoria di auto; l’importante è avere una risposta pronta per sorpassi in sicurezza in tutte le condizioni. Qui c’è, e l’impressione è che si possa viaggiare benissimo anche senza il doppio motore, scegliendo quindi la EQB 250 a trazione posteriore che ha quasi 40 CV in meno.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

L'intelligenza artificiale potrebbe sostituire 200mila dipendenti pubblici italiani

Più della metà dei dipendenti pubblici italiani vedrà la propria attività fortemente impattata dall’intelligenza artificiale. Lo certifica la ricerca...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img