mercoledì, Maggio 22, 2024

Mads Mikkelsen parla del nuovo Indiana Jones: “È un ritorno agli anni Ottanta”

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

image

Nel corso della sua carriera, Mads Mikkelsen si è specializzato nel ruolo del cattivo, e non è escluso che anche nel prossimo Indiana Jones 5 faccia altrettanto. Il suo successo internazionale è infatti legato alla parte di Le Chiffre, il criminale internazionale che piangeva sangue in Casino Royale, il primo film di 007 dell’era Daniel Craig. Poi però ha continuato a collezionare ruoli di villain, come un giovane Hannibal Lecter nella serie Hannibal, l’infido Kaecilius in Doctor Strange e l’assassino One-Eye in Valhalla Rising di Nicolas Winding Refn. Ultimamente, poi, dopo un percorso piuttosto travagliato è finito a sostituire Johnny Depp nella saga di Animali fantastici, tanto che il recente I segreti di Silente lo vede debuttare nei panni del terribile stregone Gellert Grindelwald: “È stato molto caotico”, ha detto l’attore sul passaggio di consegne: “Non volevo copiare [Depp], sarebbe stato un suicidio creativo. Anche se un ruolo è stato fatto alla perfezione, devi farlo tuo”.

Spero che faremo altri film oltre a questo”, ha aggiunto Mikkelsen parlando con Hollywood Reporter, e in qualche modo alimentando i dubbi su una continuazione della serie di Animali fantastici. Quel che è certo, invece, è ora l’attore si prenderà almeno sei mesi di vacanza, dopo aver lavorato intensamente per 14 mesi ininterrotti sia come Grindelwald sia in un altro nuovo capitolo di una saga importantissima, Indiana Jones. Dopo continui rinvii negli scorsi anni, infatti, il quinto capitolo del franchise creato da Steven Spielberg e George Lucas (questa volta però diretto da James Mangold) tornerà finalmente nelle sale, con ancora una volta Harrison Ford come protagonista. E Mikkelsen sarà nel cast, anche se per ora gli è vietato divulgare alcun dettagli sulla storia. Sempre secondo l’Hollywood Reporter, però, anche in questo caso gli toccherà il ruolo del cattivo.

“I predatori dell’arca perduta è stato uno dei miei film preferiti, trasudava l’essenza di quell’epoca dorata dei serial degli anni Quaranta, e questo quinto film farà lo stesso”, ha dichiarato: “Vogliono tornare in modo molto marcato al primo e al secondo film, far sentire quell’atmosfera originale, l’Indy originale, qualcosa di denso e epico“. Anche l’incontro con Ford è stato eccezionale: “Era la prima volta che lo incontravo ed è una persona potente in modo folle. Non solo come attore, ma anche fisicamente”. Indiana Jones 5, per Mikkelsen, segnerà un ritorno agli anni Ottanta, dunque, e questo non fa che aumentare la curiosità per la pellicola prevista in uscita nel giugno 2023. Per quanto riguarda lui, invece, dopo il successo di Un altro giro, vincitore del miglior film straniero agli Oscar 2021, il prossimo film sarà probabilmente girato in Danimarca, magari questa volta nei panni di un eroe buono.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

L'intelligenza artificiale potrebbe sostituire 200mila dipendenti pubblici italiani

Più della metà dei dipendenti pubblici italiani vedrà la propria attività fortemente impattata dall’intelligenza artificiale. Lo certifica la ricerca...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img