martedì, Maggio 21, 2024

Gli Stati Uniti vogliono farsi trovare preparati per le guerre del futuro

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Dopo l’inizio della guerra russa in Ucraina, il dipartimento della Difesa degli Stati Uniti si è rivolto a un team di esperti di machine learning e intelligenza artificiale (Ai) per tentare di interpretare l’enorme mole di informazioni sul conflitto.

Abbiamo fatto uno scatto in avanti sul fronte dei data scientist“, ha raccontato il vice segretario della Difesa Kathleen Hicks a Wired US nel corso di una recente intervista. Questi esperti tecnologici hanno realizzato codici e algoritmi di apprendimento automatico, mettendo a punto sistemi che sono “particolarmente preziosi per sintetizzare il complesso quadro logistico, ha aggiunto Hicks.

A causa della natura sensibile delle operazioni in Ucraina, Hicks ha detto di non poter fornire dettagli sulle attività del team di dati, aggiungendo però che lo scenario attuale contribuisce a dimostrare la validità di una posizione che lei e altri sostengono da diverso tempo all’interno del dipartimento della Difesa: la tecnologia sta cambiando in modo fondamentale la natura della guerra, e, se vogliono mantenere il loro vantaggio, gli Stati Uniti devono adattarsi.

L’esempio dell’Ucraina e la rivalità cinese

Mi piace dire che i bit possono essere importanti quanto i proiettili“, dice Hicks in riferimento al ruolo di software, dati e apprendimento automatico. Il punto non è solo che la tecnologia sta avanzando più rapidamente e in modi diversi; gli Stati Uniti devono fare i conti anche la nuova concorrenza internazionale in settori emergenti come l’Ai. Anche se la Russia potrebbe non rappresentare una grande minaccia dal punto di vista tecnologico, sulla scena internazionale è emerso un nuovo e formidabile rivale in grado di competere quasi alla pari con gli Stati Uniti: la Cina.Dalle dichiarazioni scritte del governo cinese sappiamo che stanno cercando di fare grandi progressi sul fronte dell’Ai“, spiega Hicks.

Nel corso del conflitto in Ucraina, gli algoritmi di Ai sono stati utilizzati per trascrivere e interpretare le comunicazioni radiofoniche delle truppe russe e per identificare i soldati russi dai video pubblicati sui social media, sfruttando la tecnologia di riconoscimento facciale. I droni a basso costo che utilizzano algoritmi standard per il rilevamento e la navigazione stanno dimostrando di essere una nuova ed efficace arma contro sistemi e strategie più convenzionali. Una campagna di hackeraggio senza precedenti contro la Russia evidenzia come le competenze di cybersecurity siano diventate un potente strumento per contrastare uno stato avversario. Oggi, inoltre, le nuove armi possono essere sviluppate con estrema rapidità, come è stato dimostrato all’inizio di questo mese quando gli Stati Uniti hanno riportato di aver realizzato un drone progettato appositamente per le forze ucraine. All’estremo opposto, l’ultimo jet da combattimento dell’areonautica militare statunitense, l’F-35, è è in fase di sviluppo da oltre vent’anni, con un costo stimato di 1600 miliardi di dollari.

La necessità di modernizzazione

Anche se gli Stati Uniti stanno aiutando l’Ucraina ad andare oltre i propri limiti fornendo aiuti finanziari, armi convenzionali e nuove tecnologie, c’è chi – sia all’interno che fuori il dipartimento della Difesa – teme che il paese non sia attrezzato per adattarsi alle sfide poste dalle guerre del futuro.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Campi Flegrei, cosa sappiamo dello sciame sismico

Nell'area dei Campi Flegrei la terra continua a tremare. A una prima scossa di magnitudo 3.5, registrata alle 19:51...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img