venerdì, Maggio 20, 2022

10 cocktail per 10 grandi film

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Dieci cocktail per altrettanti capolavori del cinema. È la nuova proposta dell’Hotel The Box di Riccione , che ha affidato il concept della propria drinklist al noto campione del mondo di bartending Bruno Vanzan. La collaborazione ha dato il via a un lavoro di ricerca per celebrare la tappa autoriale o interpretativa più significativa in ognuna delle ultime 10 decadi sul grande schermo. Ne è nata una vera e propria guida alla Moviexology, lanciata in occasione del World Cocktail Day 2022 del 13 maggio, che promette di diventare un trend dell’estate. 

Bruno Vanzan e The Box sono partiti dagli anni Venti, con l’ideazione del cocktail Un solo Gatsby che celebra l’omonimo libro di Fitzgerald pubblicato nel 1925 e portato per la prima volta sul grande schermo nel 1974 con Robert Redford: la rievocazione di quegli anni di decadentismo, di sogni di gloria vanificati dalla vanità, avviene attraverso la miscelazione di gin infuso al cetriolo, storica verde, liquore alle erbe, lime e soda all’aloe. Il tour nella storia della settima arte prosegue poi negli anni Trenta con Eterna Giovinezza dedicato alla Grimilde di Walt Disney del 1937, negli anni Quaranta con il “Lili Marlene”, autentico tributo alla stella di quel decennio Marlene Dietrich, e nei Cinquanta grazie a Gioventù Bruciata, cocktail omonimo del celebre film con James Dean del 1955.  E ancora: il viaggio prosegue poi negli anni Sessanta, con un tributo alla mania per le interpreti bionde di Alfred Hitchcock, ovvero La bionda di Alfred, e nelle visioni psichedeliche di Stanley Kubrick che hanno reso immortali i Settanta a questo periodo è infatti dedicato LattePiù, la celebre bevanda che Alex e la propria banda trangugiano in Arancia Meccanica, del 1971. A casa lontano da casa, cocktail protagonista della fase dei rutilanti anni Ottanta, prende invece spunto dal 40° anniversario della pubblicazione di E.T. di Spielberg che ricorre proprio quest’anno. Mentre al visionario e filosofico David Fincher sono dedicati gli anni Novanta: Where is my mind vuole essere un omaggio al carismatico personaggio di Tyler Durden, impersonificato da Brad Pitt e protagonista nel 1996 di Fight Club. Il nuovo millennio si apre invece con l’epopea di Quentin Tarantino, a cui è dedicato Nella buona e nella cattiva sorte, ispirato alla tuta giallo-nera di Uma Thurman in Kill Bill del 2003. E prosegue con un altro celebre hotel del grande schermo, reso immortale da Wes Anderson con Grand Budapest Hotel nel 2014.  
Il grand tour della Moviexology si conclude poi con i grandi classici di Bruno Vanzan, che ha creato negli ultimi anni il Sushi Martini, il cocktail che gli è valso il titolo mondiale IBA e proposto in versione reloaded; e il MOV, l’iconico drink viola unico nella mixology italiana. 

UN SOLO GATSBY (R.Redford)

10 cocktail per 10 grandi film
- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Gli Stati Uniti confermano l'esistenza degli UFO per la prima volta

In un'audizione pubblica al Congresso degli Stati Uniti è stata confermata per la prima volta l’esistenza degli Ufo e...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img