venerdì, Maggio 20, 2022

Nissan chiude positivamente l'anno fiscale 2021. Ritorno all'utile dopo 3 anni

Must Read

Questo articolo è stato pubblicato da questo sito

Nissan ha comunicato i risultati finanziati per l’intero suo anno fiscale 2021. I numeri sono molto interessanti in quanto la casa automobilistica giapponese ha chiuso questo periodo positivamente. Si tratta di una notizia molto importante soprattutto vista la difficile situazione del settore automotive penalizzato dagli effetti della pandemia e dalla crisi del chip.

Nonostante il contesto di mercato sfidante, Nissan è riuscita a portare avanti il suo piano di trasformazione Nissan NEXT, rafforzando le sue basi commerciali, migliorando la qualità delle vendite e introducendo nuovi modelli sul mercato.

Nell’anno fiscale 2021, la redditività è migliorata significativamente rispetto all’anno precedente grazie alla disciplina finanziaria e al rigoroso controllo dei costi fissi. Il miglioramento della qualità delle vendite a livello globale, supportato da condizioni di mercato favorevoli negli Stati Uniti, ha portato a un aumento significativo dei ricavi netti unitari dei principali nuovi modelli, contribuendo a migliorare la redditività del periodo.

Secondo quanto comunicato, nell’intero anno fiscale 2021, il fatturato netto consolidato è di 8,42 trilioni di yen, con un utile operativo di 247,3 miliardi di yen, un margine operativo del 2,9% e un utile netto di 215,5 miliardi di yen (circa 1,58 miliardi di euro). Dopo tre anni, Nissan segna il ritorno alla redditività. Il free cash flow del settore automobilistico è di -294,7 miliardi di yen, mentre la liquidità netta del settore automobilistico è di 728 miliardi di yen. Considerando la joint-venture in Cina su base proporzionale, l’utile operativo è di 360,5 miliardi di yen, pari a un margine operativo del 3,7%, mentre l’utile netto è di 215,5 miliardi di yen.

Per l’anno fiscale 2022, Nissan prevede che il contesto del mercato sarà ancora più sfidante a causa di diversi fattori come il problema della crisi dei chip, la crisi in Ucraina, l’aumento del costo delle materie prime e l’impatto del lockdown in Cina sulle forniture dei ricambi.

Nonostante questo scenario non certamente positivo, la casa automobilistica giapponese punta a mantenere un utile operativo a livello di quello dell’anno fiscale 2021, garantendo il piano di lancio dei prodotti, migliorando la qualità delle vendite e rafforzando ulteriormente la disciplina finanziaria e il controllo dei costi fissi. Makoto Uchida, CEO di Nissan, su questi risultati ha dichiarato:

L’anno fiscale 2022 sarà un anno importante, in vista del completamento del piano Nissan NEXT nel 2023. Anche se prevediamo un contesto di mercato ancora più impegnativo, siamo fiduciosi di realizzare il nostro piano di trasformazione e assicurare che Nissan rimanga un’azienda sana e resiliente, in grado di essere finanziariamente stabile e redditizia e di mantenere una crescita sostenibile. Consolideremo le basi per raggiungere l’obiettivo del Piano Nissan NEXT di un margine operativo del 5% nell’anno fiscale 2023.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Latest News

Una Ferrari tutta nuova

La Formula 1 torna in Europa per il Gran Premio di Barcellona domenica 22 maggio alle 15 e la...
- Advertisement -spot_img

More Articles Like This

- Advertisement -spot_img